Francia - Italia  8-13

Francia: Gaal, Millot, Bachelier 2, Heurtaux, Guillet 1, Mahieu 1, Dhalluin 1, Battu, Deschampt, Radosavljevic, Clerc, Daule 3, Derenty. 
All.: Florian Bruzzo
Italia: Sparano, Tabani 2, Garibotti 2, Avegno 2, Queirolo 2, Aiello, Marletta, Bianconi 3, Emmolo, Palmieri 1, Chiappini 1, Viacava, Banchelli. 
All.: Paolo Zizza

Arbitri: Debreceni (HUN), Sanadze (GEO)

Parziali: 3-3 1-4 2-3 2-3

Note - Spettatori 200 circa. Superiorità numeriche: Francia 3/7 e Italia 2/6 +3 rigori. In porta Derenty (F). Derenty (F) para un rigore a Garibotti a 7'55 del primo tempo e a Bianconi a 6'30 del secondo tempo. Garibotti fallisce un rigore a 4'00 del terzo tempo (palo).

Prova ambigua, ma nel complesso positiva quella del Setterosa che spreca tre rigori, ma supera comunque la Francia a Montreuil per 13 a 8 e mette in granaio punti importanti per la classifica della World League.
Le azzurre che domani torneranno in Italia per riprendere la preparazione in vista delle qualificazioni olimpiche, hanno iniziato la gara col piglio giusto portandosi inizialmente in vantaggio per 3 a 0 per poi farsi però recuperare, prima della fine della prima frazione sul 3 a 3 dalle transalpine.
La svolta al match nel secondo tempo con l’Italia apparsa più risoluta grazie anche ad una stimolata Roberta Bianconi ispiratrice e nel contempo realizzatrice dei gol che hanno consentito al Setterosa di prendere il largo. Il vantaggio azzurro è poi cresciuto di quel che basta, nel corso della terza e della quarta frazione sino al definitivo 13 a 8.

Le attenzioni ora si spostano al collegiale in programma preso il centro federale di Ostia da mercoledì 26 febbraio a venerdì 6 marzo. Per l'occasione il commissario tecnico Paolo Zizza ha convocato 18 atlete. Questo l’elenco:
Elisa Queirolo e Agnese Cocchiere (Plebiscito Padova), 
Rosaria Aiello, Arianna Garibotti, Giulia Gorlero, Giulia Emmolo, Giulia Viacava, Valeria Maria Grazia Palmieri e Claudia Marletta (Orizzonte Catania), 
Roberta Bianconi e Carla Carrega (NC Milano), 
Sofia Giustini (Rapallo), 

L'emergenza coronavirus mette in dubbio l'effettuazione delle qualificazioni olimpiche femminile, che prenderanno il via l'8 marzo a Trieste.
Per il momento confermate date e sede, ma non è da escludere che le partite possano svolgersi a porte chiuse. 
Si attendono notizie in merito legate allo sviluppo della situazione epidemiologica.

Nelle altre due gare di World League in programma oggi da registrare il successo della Russia impostasi 12 a 9 sulla Grecia e quello dell’Ungheria che si è imposta 12 a 7 sull’Olanda. 
Per la Russia di Alexander Gaidukov a segno nove giocatrici di movimento; nella Grecia, migliore realizzatrice, con 3 reti, Eleftheria Plevritou. 
A guidare al successo l’Ungheria di Attila Biro, con 4 reti all’attivo, la 24enne Doroty Szilagyi. Interventi risolutivi anche quelli del portiere Alda Magyari che nel 4° tempo ha neutralizzato all’Olanda il rigore che avrebbe potuto riaprire i giochi.   

Questa la classifica aggiornata della World League: Ungheria 10 (4 giocate), Spagna 8 (3), Italia 7 (3), Russia 6 (4), Olanda 2 (2), Grecia 0 (3),  Francia 0 (2).

Questa la formula della fase europea della World League. 
Girone unico a 7 squadre con partite di sola andata. Le prime tre classificate si qualificheranno alla Super Final in programma dal 9 al 14 giugno. Nel caso in cui una delle tre organizzasse la fase finale si qualificherebbe anche la quarta classificata. Il torneo intercontinentale che qualificherà alla finale ulteriori quattro squadre extraeuropee si giocherà dal 28 aprile al 3 maggio. 

25 / 02/ 20