Non c’era il cartello “mettersi in fila” nel tardo pomeriggio del Poggiolino di Rapallo, ma nonostante ciò un bel gruppo di tifosi si sono accomodati sulla gradinate del vecchio impianto di Rapallo, dove sono in corso lavori di ristrutturazione e, l’installazione del nuovo tabellone, ha creato non pochi problemi: si è giocato, infatti, senza i 30 secondi.
Appuntamento ghiotto, in vasca, fra le gialloblu di Luca Antonucci e le giallorosse di Marco Capanna, in cerca entrambe di quei tre punti che, alla seconda giornata, rappresentano un’iniezione di fiducia per il prosieguo del campionato.

Ne è nato così un match senza dubbio intenso, ma certamente non bello a vedersi. Errori e sbavature dovuti a meccanismi ancora arrugginiti e tattiche da assimilare l’hanno fatta da padrone. Sopratutto il Rapallo ha evidenziato una difesa ancora da registrare, mentre la Roma, pur dando una buona impressione d’insieme, ha ancora qualche difficoltà in fase di realizzazione.
La formazione giallorossa si porta a casa i tre punti tutto sommato meritati per quanto si è visto nei quattro tempi, anche se il pari non avrebbe fatto gridare allo scandalo per il forcing finale delle gialloblu.
Ma sia Capanna che Antonucci avranno ancora tanto da lavorare per far girare al meglio due squadre che hanno senza dubbio due buoni potenziali, ma da quanto visto oggi, sono ancora entrambe molto sottotono.

Hanno deluso un po' i “pezzi” pregiati di entrambe le squadre.
Nella RomaPicozzi non è ancora al top, Tabani si è limitata a fare il “suo” mentre ha i numeri per fare la differenza. Chiappini, i cui problemi fisici sembrano condizionarla tanto, dimostra di avere sempre i “colpi” giusti nei momenti giusti. Avegno troppo arruffona, forse l’emozione di tornare a Rapallo da avversaria ha avuto il sopravvento, mentre in difesa di Di Claudio ha lottato come un leone su Bujka.

Nel Rapallo ha deluso Giustini, mentre avulsa dal gioco per quasi tutto il match, commettendo anche errori in difesa è stata Marcialis. Non al top Kuzina, ma a tenere a galla le gialloblu ci hanno pensato Gitto e Bujka (seppur molto fallosa). Da sottolineare il dinamismo di Colletta.
Più che sufficiente l’arbitraggio di Pinato e Savarese.
La foto gallery.

12 / 10/ 19