Autore

La pallanuoto serba ha un nuovo presidente: è Victor Jelenic, ex giocatore ed allenatore, vecchia conoscenza della pallanuoto italiana. Ha infatti indossato la calottina del Como, Pro Recco, Savona, Camogli, Pescara, Bogliasco, Latina. Centroboa, ha vinto un argento ed un bronzo olimpico, oro, argento e bronzo mondiale ... insomma non dobbiamo certamente spiegare oggi chi è stato Victor Jelenic.
Suo vice è stato eletto Danilo Ikodinovic, indimenticato protagonista di Brescia e Recco.
Fermo un punto del suo programma: rilanciare a 360° la pallanuoto in patria e  potenziare anche il movimento femminile.
«Fino ad oggi - ha dichiarato Jelenic -, i nostri ragazzi hanno raggiunto risultati imbattibili in tutto il mondo, in ogni competizione. Ogni onore a loro. Ma andiamo avanti. Oggi il nostro obiettivo è conquistare l'oro a Tokyo. L'idea è di riportare a casa nella prossima stagione tutti i nostri migliori giocatori prima dell'anno olimpico. Per due motivi: il selezionatore deve avere la possibilità di averli insieme a casa, e poi devono essere un modello visibile per i nuovi bambini che vogliono praticare il nostro sport. Si divideranno in diversi club, in modo da creare maggiore interesse per la pallanuoto, sia per i media, sia per gli sponsor, sia per il pubblico».
Dichiarazione che farà tremare molti club che oggi hanno fra le loro fila campioni olimpici, e mondiali.
«Ma bisognerà - continua Jelenic - anche organizzare e rafforzare i settori giovanili, appoggiando i migliori allenatori. e dobbiamo anche far crescere il movimento femminile».

Oggi Victor Jelenic è un dirigente della Stella Rossa e ha molto ben chiara la situazione della pallanuoto in Serbia. Sopratutto la criticità che hanno i club di Belgrado. Per questo auspica una collaborazione proprio fra club, anche dal punto di vista economico: supportare, anche con le varie autorità regionali, quelle società che partecipano ad eventi internazionali, trovare nuove sinergie che leghino tutto il movimento, iniziando dagli sponsor.
Non ci resta che augurare "Buon lavoro" a Victor, atleta esemplare per correttezza e spirito di squadra.

 

29 / 04/ 18