Giappone - Italia 8-12

Giappone: Kawatashiro, Hasumi 3, Iwano, Watada 1, Terakata, Nishiyama 1, Kudo, Inoue 1, Kazama 2, Yamazaki, Nonomura, Tsunoda, Noda.
All. Namie kawasaki
Italia: Sparano, Ioannou 1, Gottardo 3, Cuzzupè, Ranalli 2, G. Millo 1, Borg, Di Claudio 1, Repetto 1, Storai, Centanni, Cocchiere 3, Malara.
All. Martina Miceli
Arbitri: Daskalopoulou (GRE), Fodor (HUN)
Parziali: 2-2, 1-5, 2-3, 3-2

Non si ferma neppure di fronte alla quotata formazione del Giappone la corsa verso il podio dei 30esimi campionati Universitari delle azzurre di Martina Miceli giunte questa sera alla loro quinta vittoria in altrettante gare.
12 a 8 il risultato col quale Sparano e compagne hanno avuto ragione delle rappresentanti del Sol Levante: un successo convincente maturato a metà gara dopo un primo tempo concluso in parità con due reti per parte e caratterizzato dal gol di apertura realizzato, come ormai consuetudine, da Agnese Cocchiere che al quinto minuto della prima frazione di gara ha indovinato il varco giusto infilando la porta nipponica protetta da Noda mandata, dopo appena 39 secondi dal via a sostituire tra i pali la numero 13, Kwatashiro. Immediata la replica del Giappone che prima pareggiava e poco dopo si portava avanti (2-1) prima che Ranalli, su rigore, rimettesse le cose in ordine.
Italia sotto in avvio di secondo tempo, ma con cinque reti, in rapida successione (Ioannou, Ranalli, Gottardo, Di Claudio e ancora Gottardo) le azzurre scavano un solco tra loro e le nipponiche.
Cocchiere, con una doppietta in avvio di terzo tempo incrementa il vantaggio che sale a +6. Al tentativo di recupero del Giappone replica su rigore Alessia Millo per il gol cha vale il temporaneo 10 a 4. Solo nel finale di tempo arriva la rete del 10 a 5 delle nipponiche.
L'Italia forza l'avvio nella quarta ed ultima frazione. Martina Gottardo, al suo primo centro nella rassegna, incrementa il bottino e Anna Repetto, chiude i conti col Giappone che tenta un vano quanto impossibile recupero.
Finisce 12 a 8 per le azzurre che venerdì 12 affronteranno alla Scandone alle 18 in semifinale il Canada impostosi a sua volta per 10 a 9 sugli Stati Uniti. 

Riepilogo risultati e accoppiamenti al link >< 

Nella foto
il deserto nella piscina di Casoria durante la resentazione di Ungheria-Australia

10 / 07/ 19