Autore

Spumeggianti movimenti nella classifica goleador in una giornata i cui segni in schedina segnati alla vigilia sono stati rispettati. Ben sette giocatori realizzano i poker personali, alcuni determinanti per il risultato, Re Filipovic sale in cattedra addirittura con cinque gol nel derby della famiglia Di Fulvio.
Alla Nannini si gioca l’unica gara ad orario istituzionale, madre e padre non sanno per chi tifare, il divario tecnico tra Florentia e Recco toglie da subito gli imbarazzi con i campioni d’Italia che prendono il largo davanti ai circa mille presenti.
Fondamentali invece le quattro reti ciascuno dei golden boys “in house” giallorossi Campopiano e Velotto, le loro realizzazioni portano alla vittoria nella trasferta di Trieste che nonostante sia sulla carta ridimensionata riesce comunque a complicare la vita agli avversari fino ad ora incrociati.
Altrettanto fondamentale il poker che Giacoppo rifila al Bogliasco ancora in crisi di identità, 3 punti pesantissimi per l’Ortigia che si piazza nel gruppone a ridosso delle prime con il minimo vantaggio sui padroni di casa del Boschetto. Gruppone dove staziona la Sport Management che oggi divora la malcapitata Lazio. Molto male entrambe con l’uomo in più, a uomini pari è tutt’altra musica per i bustocchi ancora senza i due centroboa infortunati, Di Somma e il solito Luongo top scorer con 8 gol da dividere equamente.
la quaterna del canadese Blanchard purtroppo serve a poco per l’Acquachiara. Lo scontro tra le due cenerentole alla Monumentale si risolve in favore del Torino che si stacca dal fondo lasciando ancora a becco asciutto nonostante la maiuscola prestazione gli under 20 partenopei.
Regge 2 tempi il Posillipo, deve poi arrendersi alla carburazione lenta ma efficace del Brescia che comincia a macinare gioco al cambio campo lasciando solo le briciole ai rossoverdi dopo quasi 14 minuti quando i giochi ormai sono fatti.
Riesce invece a chiudere i conti nelle prime frazione il Savona doppiando (6-3) Torrisi e compagni al cambio campo, poi è gestione della gara prendendo il minimo dei rischi per conservare la vittoria finale che vale la permanenza nel condominio della seconda piazza.
 

11 / 11/ 17