Autore

Recarsi a Peagna a fine agosto per la rassegna annuale dedicata ai libri sulla Liguria è un’esperienza da compiere e da ripetere. Un borgo minuscolo in provincia di Savona, meravigliosamente conservato nel proprio aspetto storico, si trasforma per una settimana nella quinta ogni giorno diversa dove ascoltare le molteplici storie di cui è protagonista la Liguria, una terra eccezionale, ostica da scoprire nelle innumerevoli sfaccettature, fatta di mare, di montagna e di uomini.
Lunedì 28 agosto alle ore 21 la piazza-auditorium di Peagna vede protagonista lo sport. O meglio “gli sport” più familiari con l’identità ligure, quelli nati all’inizio del XX secolo nel mare sottocosta e diventati, nel secondo dopoguerra, occasioni educative insostituibili per i giovani. Il nuoto, la pallanuoto, il canottaggio sanno trasmettere regole e valori e hanno cresciuto generazioni di atleti che, attraverso la pratica di discipline dure e affascinanti, sono diventati uomini.
Questi sport raccontano un pezzo importante della storia ligure e italiana, poiché hanno insegnato ai giovani la conoscenza del mare e dipinto uno spaccato credibile della società di allora, fatta di porticcioli e luoghi di aggregazione, di piccole storie che hanno saputo animare grandi passioni, vissute con l’allegria e la leggerezza che solo i giovani (e quanti non hanno dimenticato di esserlo stati) possono esprimere. Ma tornare al passato di questi sport non ha niente a che vedere con il nostalgico rimpianto per “come eravamo”. Prevale piuttosto l’obiettivo di aprire prospettive sul futuro, rivivendo la fantasia e il divertimento di un tempo lontano, che ha costruito le tante credibili avventure, nate da quel serio gioco, necessario a diventare grandi davvero.
Il dibattito, di altissimo livello, coinvolge autorevoli protagonisti degli sport acquatici in Italia e non solo. Ospiti della serata sono: Costantino Bubi Dennerlein, Enzo Barlocco, Mimmo Barlocco, Nicolò Lippolis, Giuliano Cesaratto, Ruggero De Gregori, Claudio Mistrangelo. Erano giovani atleti, protagonisti di quei favolosi anni, diventati grandi grazie allo sport, uomini che hanno contribuito e contribuiscono tutt’ora alla crescita delle rispettive discipline sportive.
La serata è occasione per presentare due libri pubblicati nel 2017, che trattano o lambiscono il rapporto tra Liguria, mare e sport:

Monica Bruzzone, Che Nervi! Piccole storie di pallanuoto e altre storie più grandi, con una premessa di Mimmo Barlocco, Genova, Sagep, 2017.

Costantino “Bubi” Dennerlein, con Giuliano Cesaratto, Acquario Italia. I fratelli Dennerlein, storia di una famiglia vincente in acqua e a bordo vasca, Napoli, Absolutely Free, 2017.

Interverranno:
Enzo Barlocco, pallanuotista nato nella Sportiva Nervi, Mimmo Barlocco, pallanuotista nato nella Sportiva Nervi poi allenatore, Giuliano Cesaratto, pallanuotista e atleta nazionale di pallanuoto, Ruggero De Gregori Stella d’Oro alla carriera sportiva nel 2012, e atleta della Canottieri Sabazia, Nicolò Lippolis, pallanuotista nato nella Sportiva Nervi, Claudio Mistrangelo, pallanuotista e allenatore. Infine Costantino Dennerlein, per tutti Bubi, è stato il primo campione italiano assoluto di nuoto della Canottieri Napoli, con cui ha conquistato 10 titoli e stabilito 4 record nazionali, ha partecipato alle Olimpiadi di Helsinki del 1952 e vinto 2 scudetti di pallanuoto, nel 1957 e nel 1958.

 

24 / 08/ 17

Potrebbero interessarti