Autore


SIS Roma – Trieste 20-11 

SIS Roma: Sparano, Tabani 4, Galardi 2, Avegno 7, Giustini 5 (1 rig.), Papi, Picozzi, Sinigaglia 1, Nardini, Di Claudio 1, Storai, Bianchi, Brandimarte. 
All.: Marco Capanna
Trieste: S. Ingannamorte, Gagliardi 1, Boero 2 (1 rig.), Gant, Marussi, L. Cergol 1, Klatowski 3, E. Ingannamorte, Daf. Bettini 4, Lonza, Jankovic, Russignan, Krasti. 
All.: Ilaria Colautti
Arbitri: Frauenfelder e Guarracino
Parziali: 6-4, 4-5, 5-0, 5-2
Note: Nessuna uscita per somma di falli. Sup. num. SIS Roma 1/4 + 2 rigori (uno parato da Ingannamorte a Storai nel 2° tempo), Trieste 3/10 + 1 rigore. Brandimarte (R) sostituisce nel 2° tempo Sparano, che rientra nel terzo; Krasti (T) sostituisce S. Ingannamorte nel 4° tempo.  

Il Trieste rimane in partita per due tempi poi la Sis Roma prende il largo e stacca il pass per la semifinale della Coppa Italia femminile. L’unica delle due gare previste in origine dei quarti di finale (l’altra, quella tra Css Verona e RN Florentia è saltata a causa della positività al Covid riscontrata ad alcuni componenti dello staffa del team gigliato) va dunque in archivio nel pieno rispetto del pronostico anche se, come accennato, il Trieste si è calato in maniera sorprendente nella parte tenendo sotto scacco la compagine laziale per metà gara per lasciare poi spazio alle giallorosse prive ancora di Izabella Chiappini, ma trascinate da una incontenibile Silvia Avegno autrice di sette delle 20 reti realizzate dalla Roma.
Domani (giovedì 8) si torna in vasca per la disputa delle semifinali. Questo il calendario. 

Semifinali giovedì 8 aprile
ore 15,00 Plebiscito Padova – SIS Roma (diretta su Rai Sport + HD)
ore 16,45 Orizzonte Catania – CSS Verona (diretta su Rai Sport + HD)
   
Finali venerdì 9 aprile
ore 17,15 terzo posto (diretta su Waterpolo Channel)
ore 19,15 primo posto (diretta su Rai Sport + HD)

07 / 04/ 21