Italia – Germania 13-5
 
Italia: Del Lungo, Di Fulvio 1, Molina, Figlioli 3, Fondelli 1, Velotto, Renzuto, Gallo 1, Presciutti, Bodegas 4, Echenique 2, Bertoli 1, Nicosia, Dolce.
All. Sandro Campagna
Germania. Schenkel, Reibel 1, Van der Bosch 1, Real 1, Preuss, Jungling 1, Illinger, Strelezkij, Kuppers, Cuk, Restovic 1, Eidner, Gotz, Zech, Schulz.
All. Hagen Stamm
Arbitri: Peris (CRO), Zwart (NED)
Parziali: 2-3, 3-1, 4-0, 4-1




 

Cosenza - Se Cosenza ha sempre portato fortuna al 7Bello prima di una grande manifestazione internazionale, anche questa volta i presupposti ci sono tutti: l’Italia schiaccia la Germania  e continua quindi la sua preparazione per Barcellona. La formazione di Hagen Stamm ha provato nel primo tempo ad impensierire gli azzurri. Poi è crollata.
E’ un’Italia pimpante quella che scende in vasca: buona la difesa, buone alcune azioni in controfuga che, anche se non perfezionate in rete, hanno dimostrato la buona verve del sette di Campagna. E’ di Bodegas la prima rete della gara dopo circa 3’ di gioco: il francese si accorge che il difensore che ha in marcatura è largo, e con una beduina fulmina Schenkel. Poi il capolavoro di Figlioli, che in superiorità fa partire una delle sue “bombe” e il 7Bello va sul 2-0. La Germania: Hagen Stamm, come è sua abitudine, striglia i suoi. Ed ottiene così la rete con Reibel, che sembra stare un’eternità con il busto fuori dall’acqua. Ed arriva anche il raddoppio con Jungling. Qualche distrazione di troppo in questa seconda parte del primo quarto sta dando forza ai tedeschi che “ciccano” anche una doppia superiorità, ma Real supera Del Lungo nel momento in cui Renzuto rientrava in gioco. Fondelli sulla traversa con una bomba, poi la prima sirena. Il pari arriva alla prima azione del secondo quarto: ancora Bodegas, che scatta guadagna spazio sul marcatore e realizza la terza rete azzurra. Il francese è scatenato: scambia al volo con Molina e fulmina Schenkel. Germania frastornata, soprattutto per il gran merito degli azzurri che non li lasciano respirare. La difesa dell’Italia in questa fase è quasi perfetta: Molina è impeccabile sul centro tedesco, ma è tutto il reparto a fare “squadra”. Un’Italia divertente, insomma. Lo dimostra il grande applauso della piscina di Campagnano arriva ancora per uno straordinario Miki Bodegas che va in rete per la quarta volta. C’è però da dire che alla più piccola distrazione si paga dazio: così è in chiusura di frazione che gli azzurri si beccano una controfuga tedesca che porta Restovic in rete. Suona la sirena: all’intervallo lungo l’Italia è sul 5-4.
Tanto nuoto, ma tiri fuori bersaglio: inizia così il terzo quarto, ma la musica cambia grazie alla splendida rete di Pietro Figlioli, che con alzo e tiro lascia di sale Schenkel.
I tentativi continuano da una parte e dall’altra, ma gli azzurri sembrano dimostrare maggiore incisività, pur sbagliando qualche superiorità. Poi un “uno due” che cambia le sorti della gara: Echenique prima, in superiorità, poi Di Fulvio, alla sua maniera, portano gli azzurri a doppiare gli avversari.
Ed è sempre l’argentino ad realizzare anche la nona rete azzurra, quindici secondi prima della terza sirena.
Bella partita degli azzurri.
L’ultimo quarto si apre con l’ennesima rete griffata da Figlioli in superiorità: si riparte e la Germania, con la difesa del 7Bello letteralmente ferma, va in rete con Van der Bosch, poi Campagna prova l’uomo in più con due mancini, ma il palo dice di no al tiro di Echenique, ma gli azzurri sfruttano il possesso palla e finalmente va in rete anche “Ciccio” Gallo, a cui vanno gli applausi del pubblico. La macchina azzurra, però, non si ferma, complice anche del vistoso calo fisico dei tedeschi: va in rete Zeno Bertoli, quindi nuova espulsione per gli azzurri, time out chiamato da Campagna, e Fondelli fa 13.
Belle le giocate azzurre, belli gli schemi di Campagna che hanno letteralmente ubriacato i tedeschi.
Domani l’Olanda. Gli “orange” sono avvertiti: con questa Italia non si scherza.

Cina-Olanda 6-11
Cina: Wu Honghui, Qin Fada, Peng Jinghao 1, Chen Jinghao, Xie Zekai, Sha Shi, Chen Zhongxian, Chen Rui, Chen Yimin, Chu Chenghao, Zhang Chufeng 5, Tan Feihu, Liang Zhiwei, Zhu Gelin.
All. Petar Porobic
Olanda: Wagenaar, Van der Burg, Winkelhorst 2, Van der Horst, Van Ljperen 1, Lindhout, Gottemaker, Nispeling 1, Muller 1, Janssen 1, Koopman, Lucas 1, De Koff 4, Filipovic.
All. Robin Van Galen
Arbitri: Petronilli (ITA), Haentschel (GER)
Parziali: 0-3, 0-1, 3-4, 3-3.
Note: uscito per limite di falli nel IV tempo Tan Feihu (C)

Torneo Città di Cosenza

Sabato 7 luglio
18.30 Germania-Cina
20.00 Olanda-Italia

Venerdì 6 luglio
Cina-Olanda 6-11
Italia-Germania 13-5

Domenica 8 luglio
11.00 Germania-Olanda
12.30 Italia-Cina

 

 

 

06 / 07/ 18