Autore


Se il buongiorno si vede dal mattino, Plebiscito Padova e Css Verona possono già cominciare a fregarsi le mani.
Alla prima uscita ufficiale (le biancorosse di Stefano Posterivo hanno dato vita nella propria vasca ad un quadrangolare con NC Milano, Ujpest e Rapallo; le gialloblù di Giovanni Zaccaria hanno disputato la "Pia Cup", torneo esagonale disputto a Kosice, in Slovacchia) le due formazioni venete hanno subito fatto bingo.
Il Padova si è aggiudicato la kermesse disputata nella piscina del Centro Sportivo Plebiscito superando nell’ordine il Nuoto Club Milano (15-10), il Rapallo (14-11) e la compagine magiara dell’Ujpest  (13-12).
Il Css Verona ha messo in riga Eger, Olympia Kosice, Team Serbia, Team Germania ed Ucraina.
La migliore interprete, nel gruppo a disposizione di Zaccaria, è stata Cristina Alogbo. La 33eenne canadese (5 le reti messe a segno nella gara più difficile, quella contro le padrone di casa del Kosice superate per 8 a 7) si è meritatamente aggiudicata anche il premio quale migliore giocatrice del torneo.

Nella foto il Css Verona

22 / 09/ 19

Potrebbero interessarti