Autore

All'indomani dell'annuncio del Comitato olimpico internazionale (Cio) sul termine di un mese entro il quale verrà presa una decisione sulle Olimpiadi di Tokyo, causa l'emergenza pandemia coronavirus, anche il premier giapponese Shinzo Abe per la prima volta allude alla possibilità di uno slittamento della data di inizio dei Giochi: «E' difficile poter pensare di organizzare l'evento in questo contesto, dobbiamo prendere una decisione che includa un possibile rinvio, dando la priorità alla salute degli atleti»
l presidente del Comitato organizzatore di Tokyo 2020, Yoshiro Mori, ammette che si stanno già analizzando scenari alternativi.
«Non è una decisione facile e nessuna scelta è stata fatta», dice, aggiungendo che le principali difficoltà risiedono nell'ascesa repentina dei costi e la disponibilità futura degli impianti.
«Rinviare è l'unica soluzione possibile» secondo il n.1 dell'atletica mondiale Sebastian Coe, che argomenta dal punto di vista degli atleti la richiesta di avere presto date certe: chi si prepara alle Olimpiadi, infatti, vive oggi «una situazione di disparità» negli allenamenti, con atleti che si allenano normalmente, altri che vedono saltati i tornei di qualificazione e altri ancora che non possono neanche uscire di casa».

23 / 03/ 20