Doccia gelata sul Banco BPM Sport Management che, a poche ore dalla partenza per Trieste dove da domani si disputeranno le Final Six tricolori, si ritrova senza Stefano Luongo.
Il capitano dei Mastini è stato "sospeso da ogni incarico federale e sociale per giorni 15": all'origine del provvedimento un post pubblicato su Facebook nel quale l'attaccante ligure contestava l'operato degli arbitri nelle finali di Coppa Italia (dello scorso marzo) ritenendoli comunque in buona fede.

Questo post ha dato il via a un processo che si è concluso proprio oggi con la sentenza. Curioso che sia arrivata proprio alla vigilia delle Finali scudetto: quasi a togliere alla squadra di Busto il giocatore più rappresentativo, il capocannoniere della stagione regolare.

Il club sta valutando cosa fare: un ricorso può essere presentato nei prossimi due giorni ma i tempi sono strettissimi. Il giocatore, che non può entrare nemmeno nell'impianto natatorio in quanto sospeso, potrebbe anche non partire per Trieste. (1-Da La Prealpina)

 

22 / 05/ 19

Potrebbero interessarti