Autore

Stefano Piccardo, all. Ortigia: Giocata partita bene tatticamente. Contento della reazione dei ragazzi e dell’intero gruppo. Mi è dispiaciuto vivere una settimana con strascichi polemici dopo il pareggio contro Catania. Noi siamo in crescita e bisogna andare avanti step by step. Bisogna passare da partite come Catania e come quella di oggi per migliorarci. Oggi siamo riusciti ad essere decisi nel momento importante. La Florentia ha una buona difesa, molto mobile e che si affida al contropiede. Noi glielo abbiamo negato e questo ci ha messo nella condizione di sfruttare meglio le fasi di attacco. Sono tre punti importanti anche se il campionato è ancora lungo e c’è da lavorare tanto.

Giuseppe Dato, All. Catania: La squadra vista oggi non è stata delle più belle, presuntuosa in alcuni momenti, timida in altri. Speravo potessimo ripetere la prestazione ottima di settimana scorsa ad Ortigia anche se al cospetto di una formazione molto forte, preparata in maniera eccellente. Ci serviva una grande prestazione, un approccio più convincente per rimanere più tempo in partita. Non possiamo cercare alibi per gli assenti, sono grandi giocatori e perdiamo sicuramente qualcosa, ma eravamo anche ad Ortigia in emergenza e come oggi eravamo in tredici e abbiamo portato a casa un pareggio. Anche a ranghi completi comunque, incontravamo una squadra più forte di noi, completa in tutti i reparti, ma come non eravamo dei fenomeni sabato scorso, non siamo dei brocchi oggi.

Miroslav Krstovic, all. Trieste: Abbiamo giocato una discreta partita in fase difensiva, tutti si sono impegnati al massimo. Sono contento per il classe 1999 Podgornik e soprattutto per il primo gol in massima serie, segnato ad una delle squadre più forti del mondo, del 2002 Mladossich, è una bella soddisfazione per loro e per la società.

Claudio Sebastianutti, all. Lazio: Promuovo la voglia della squadra, peccato per i gol sprecati nei primi due parziali. Poi abbiamo subito la fisicità del Brescia e nell'ultimo periodo ho visto ancora qualche buon movimento dei miei ragazzi, quindi dal mio punto di vista è stato un test positivo. Il percorso di crescita è continuo. Ora abbiamo dieci giorni per preparare l'importante sfida di Trieste. Non vedo l'ora di giocarla, se dovessimo vincere sarebbe lecito sognare.

Roberto Tofani, all. Florentia: Sono contento per l’intensità e la grinta con cui i ragazzi hanno interpretato questo delicata sfida. Una sconfitta maturata nel quarto tempo, dopo un match giocato alla pari contro una formazione molto fisica e ben messa in acqua. Peccato perché i ragazzi hanno dato il massimo e interpretato bene tatticamente una partita in cui forse ci è mancato un pizzico di lucidità su un paio di episodi. Dobbiamo metterci alle spalle questa sconfitta e pensare a Torino, che affronteremo in casa a un mese di distanza dall'ultima partita tra le mura amiche.

Roberto Brancaccio, all. Posillipo: Abbiamo avuto un buon approccio al match, soprattutto dal punto di vista difensivo. E, cosa importante, nel terzo tempo in cui di regalavamo qualcosa agli avversari, abbiamo invece saputo gestire la gara divendando così determinante per la vittoria.

Daniele Bettini, all. Bogliasco: Siamo andati molto bene per metà partita limitandoli parecchio in attacco. Poi, dal terzo tempo in poi, ci siamo smarriti all'improvviso e abbiamo lasciato loro troppe controfughe che alla fine hanno inciso parecchio sul risultato. Il passivo è sicuramente molto pesante ma in fondo rispecchia quelli che sono i reali valori delle due squadre.

Paolo Zizza, all. Canottieri: Siamo scesi in vasca determinati e concentrati, due tempi praticamente perfetti ci hanno consentito di gestire la gara nella seconda parte. Sono davvero contento dell'approccio, dovremo continuare su questa strada anche sabato prossimo contro l'Ortigia e sfruttare i fattore campo per allontanarli in classifica prima della sosta.

13 / 01/ 18

Potrebbero interessarti