E’ anche lui vittima del covid 19: Lello Steardo, “Il Gigante” di Voltri, ha deciso di non riaprire il suo ristorante. Troppe  complicazioni.
Inutile ricordare che Steardo è stato un bravo, bravissimo pallanuotista. Classe e potenza, ingegno e raffinatezza.
Ma dal ‘96, anno in cui ha appeso la calottina al chiodo, nella sua vita è arrivato “Il Gigante”, aperto con la moglie Catia.
 
Cresciuto nella Mameli, di cui ne è stato l’anima, capitano della Nazionale, con tre Olimpiadi alle spalle, poi per una passione impossibile da cancellare, anche master.
Il suo hobby: pescare. E quei pesci poi finivano nel tegame e quindi nei piatti del suo ristorante. Oggi, il distanziamento sociale imposto da questo avversario invisibile, lo costringe a ridurre i coperti da 55 a 18: senza spazi esterni, la situazione non è critica, di più, impossibile da gestire. L’unica via d’uscita è la chiusura.

Dopo ben 25 anni di grandissime soddisfazioni Lello tornerà per mare, con la sua passione di sempre, a “caccia” di pesci.
Il  “Gigante” fatto a sua immagine ha perso il match con il covid.

 

11 / 06/ 20