Alcune veterane e un gruppo di ragazzine "coltivate" in questi anni pronte ora all'esperienza in Serie B. Eccolo il nuovo Sori Pool Beach femminile che si riaffaccia a livello di prima squadra.
Tra le veterane Sonia Criscuolo che tornerà, come due anni fa, anche nel ruolo di allenatore. Poi la sorella Claudia Criscuolo, ma anche Teresa Cocchiere, entrambe in A1 con la calottina del Bogliasco nella passata stagione. E pure Bernadette Zerbone, tornata a giocare così come Benedetta Casareto, alla quale spetterà il compito di rimettersi in gioco dopo anni di inattività, decidendo poi di difendere o meno i pali della porta sorese.

Con loro, come detto, tante giovanissime che negli anni sono state cresciute da Maria Cristina Cocchiere. L'obiettivo era proprio portare queste ragazzine in prima squadra. Ora quel momento è arrivato. «Fin dall'inizio abbiamo puntato su amicizia, divertimento e genuinità - raccontano in casa Sori - A un numero esiguo di ragazzine se ne sono aggiunte sempre di più. Prima ancora di insegnar loro le fondamenta del nuoto abbiamo preferito l'approccio alla palla, ai fondamentali, ma la vera necessità è stata quella di farle divertire e appassionare, creare un legame forte dal basso. Qualche anno fa, quando siamo nati, giocavamo sempre contro squadre che vantavano la presenza di ragazze più grandi. Non è stato certo facile. Ma lo sport ci insegna a lottare, confrontarci, anche a subire sconfitte come abbiamo fatto, prendere degli schiaffi, qualche facciata. Così è anche la vita. Ma adesso queste giovani ragazzine sono un po' cresciute e quel progetto è diventato realtà».

Provare a fare dignitosamente la Serie B con il gruppo di ragazzine sarà l'obiettivo stagionale, sempre nell'ottica di una crescita costante. (1-da Il Secolo XIX)

27 / 11/ 20