Autore

Finisce 22-3, tanti a pochi, il recupero della quarta giornata fra Pro Recco e Nuoto Catania. Troppa la diversità dei valori in vasca e troppo diversa anche la voglia di impegnarsi. Se da una parte il Recco ha giocato da par suo, dall'altra il Catania ha dato la netta impressione di scendere in vasca avendo già perso.
Ed in più occasioni Beppe Dato ha strigliato i suoi visibilmente contrariato. Da sottolineare che fra i biancocelesti, a parte Bijac e Tempesti, sono andati tutti a bersaglio, e il miglior bomber risulta Matteo Aicardi (nella foto) con 5 reti.
La prima rete per gli etnei l'ha realizzata il croato Duje Buzdovacic (nella foto con Aicardi) dopo 1'30" del terzo tempo.
C'è da sottolineare che il Catania oggi era senza Jankovic, squalificato, e con Lucas in panchina per onor di firma, in quanto acciaccato.

«In gare come quella di oggi le assenze pesano e si fanno sentire – ha dichiarato il tecnico Peppe Dato – la Pro Recco ha dimostrato un potere assoluto e una verve che non ha eguali. Credo, per quello che ho visto oggi, che il livello dell’organico e il loro gioco sia superiore a quello delle passate stagioni. Per quanto riguarda noi potevamo e dovevamo fare di più per contrastarli e affrontarli in maniera dignitosa. Abbiamo lavorato e continueremo a lavorare in vista della partita di sabato in casa con il Trieste, abbiamo l’obbligo di fare bene e dimostrare che stiamo crescendo».

Cliccare qui per tabellino, classifica e statistiche aggiornate: http://waterpoloitaly.com/campio...

07 / 11/ 18