Si sta facendo davvero ambizioso il progetto della Sis Roma che dopo aver portato in calottina giallorossa l'italo-brasiliana Izabella Chiappini, Luna Di Claudio, la canadese Shae Fournier e Silvia Motta, ha perfezionato nelle scorse ore l’accordo con Serena Storai, centrovasca, nata a Prato nel ’99. La carriera di Serena Storai è iniziata in forza al sodalizio laniero a Prato, in A1. Poco spazio per lei però in prima squadra e da qui la decisione di spostarsi a La Spezia dove ha contribuito nella stagione 2015/2016 alla promozione in A2 della formazione ligure con la quale ha militato anche l’anno seguente. Nell’estate del 2017 il rientro in Toscana in forza alla Firenze Pallanuoto. Scelta azzeccata anche questa. Serena è stata una delle migliori giocatrici del sodalizio gigliato (17 reti all’attivo) e dell’intero campionato.
Il nuovo exploit le è valso anche la convocazione ai Europei di Funchal ai quali ha però dovuto rinunciare per problemi personali.

«Sono contenta dell'opportunità che mi è stata offerta perché non me l'aspettavo –ha commentato la neo giocatrice giallorossa– non vedo l'ora di cominciare ad allenarmi agli ordini dell'allenatore Marco Capanna. Dopo aver accettato la proposta della SIS, mi sono confrontata con Giacomo Grassi (tecnico della nazionale italiana U19) e anche lui ha speso bellissime parole sul nostro allenatore, spiegandomi che allenamento dopo allenamento mi aiuterà a crescere molto sotto ogni singolo aspetto. Non vedo l'ora di iniziare».

Esprime la propria soddisfazione anche l'allenatore Marco Capanna: «Sono contento del suo arrivo. E' un profilo molto interessante, fa parte di quel progetto che vogliamo costruire orientato ad una rosa della prima squadra allargata. Serena Storai rappresenta l'occasione di inserire una ragazza di qualità e prospettiva che oggi, e ancora di più domani, potrà essere un prospetto molto interessante in linea col nostro ambizioso progetto».

08 / 09/ 18