Dopo la bella parentesi della Nazionale, protagonista in Europa Cup di una prova di grande carattere ed impostasi di fronte allo straordinario pubblico di Verona per 13-12 sull’Ungheria rivelatosi anche in questa occasione avversario scorbutico e difficile da gestire, riecco il campionato. 
La positiva prova delle azzurre si è incastonata perfettamente tra la sesta e la settima di andata.
Non c’è stato bisogno di sosta e questo potrebbe essere un dato da tenere in considerazione in vista di gare come ad esempio il big-match di giornata tra Rapallo e Orizzonte le due squadre che, oltre ad essere apparse recentemente tra le più in condizione, sono anche quelle che destinano più energie al Setterosa

Ma la parola stanchezza è poco usuale nel mondo della pallanuoto. Soprattutto per giocatrici avvezze a disputare anche due gare al giorno, cosa che accade sempre più spesso nell’ambito di tornei internazionali. 
Rapallo-Orizzonte non sarà comunque una gara come le altre. Il fatto che la si giochi in Liguria potrebbe rappresentare un aspetto favorevole per le gialloblù di Luca Antonucci, ma è davvero difficile credere che elementi come Roberta Bianconi, Arianna Garibotti, Giulia Gorlero (che sono peraltro liguri di nascita) finiscano suggestionate dall’ambiente. Che sia pallanuoto dunque e quella vera.
Così come pallanuoto vera, appassionante,  coinvolgente, ci si augura veder giocata nelle altre quattro gare in programma. 
La settima di andata riporterà in casa il Padova e metterà il team di Stefano Posterivo a confronto con un Milano consapevole di non avere nulla da perdere e che non è impensabile vedere quindi gettare, come suol dirsi, il cuore oltre l’ostacolo pur di riuscire a portare a casa il risultato.

Non può non diffidare dell’avversario anche la SIS Roma che Marco Capanna guiderà in trasferta alla Vassallo contro il Bogliasco di Mario Sinatra. Sarà bello seguire anche il confronto tra le panchine dei due “guru” della pallanuoto entrambi liguri e supertitolati.
Da cardiopalmo le sfide tra Florentia e Verona e tra F&D H2O e Torre del Grifo. In palio punti pesantissimi destinati a rivisitare la classifica. 
Per la Florentia si tratta della seconda sfida interna consecutiva in una vasca, la Nannini, sinora avara per le gigliate (gli unici punti per la squadra di Andrea Sellaroli sono arrivati solo da prestazioni esterne). Il Verona, dal canto suo, dopo aver ben figurato nei panni di “padrone di casa” in occasione della gara del Setterosa, tenterà con ogni mezzo ad incasellare i tre punti che in casa gialloblù mancano da tre giornate. 
Proveranno entrambe ad abbandonare l’ultimo posto in classifica che occupano appaiate dalla prima giornata F&D H2O e Torre del Grifo. Lo scontro diretto in programma ad Anzio vorrebbe favorita la squadra di casa, ma il fattore campo rischia, in considerazione della grinta e del carattere sin qui espressa dalle isolane di Moira Vaccalluzzo, di lasciare il tempo che trova. 

Nella foto
Marco Capanna (a sin) e Mario Sinatra

06 / 12/ 18

Potrebbero interessarti