Autore


A pochi giorni dal Capodanno, Setterosa già al lavoro in vista del primo match ufficiale in Europa Cup, in programma il prossimo 15 gennaio, a Trieste, contro l’Olanda.
Le azzurre si raduneranno ad Ostia al termine della final six di Coppa Italia fino al 12 gennaio. 
Ventiquattro le atlete convocate dal CT Fabio Conti che specifica: 
"Abbiamo allargato il lavoro anche alla squadra delle '99 semplicemente per fare dei test col sistema gps, organizzando anche due amichevoli tra di noi. Il tempo che passeremo in collegiale lo utilizzeremo già per concentrarci sull'applicazione delle nuove regole in vista delle finali d'Europa cup di fine marzo. Il 15 gennaio invece contro le campionesse d'Europa dell'Olanda si giocherà con le vecchie regole ma ci servirà per ritestarci dopo la bella prestazione fornita ad Eindhoven lo scorso novembre. Il primo obiettivo sarà qualificarci alle finali di Europa Cup che poi daranno tre pass per le finals di World league. La stagione per noi è iniziata a settembre e vogliamo raggiungere in fretta gli obiettivi principali".

Questo l’elenco della Azzurre convocate ad Ostia:
Elisa Queirolo e Carlotta Meggiato (Plebiscito Padova), Arianna Gragnolati (NC Milano), Elena Borg (CSS Verona), Rosaria Aiello, Arianna Garibotti e Roberta Bianconi, Valeria Palmieri, Isabella Riccioli e Giulia Gorlero (Orizzonte Catania), Lucrezia Cergol (Pallanuoto Trieste), Giulia Enrica Emmolo, Federica Lavi, Giulia Viacava, Sofia Giustini, Agnese Cocchiere e Silvia Avegno (Rapallo PN), Dafne Bettini e Giulia Cuzzupè (Bogliasco), Chiara Tabani, Giulia Galardi, Domitilla Picozzi e Izabella Chiappini (SIS Roma), Beatrice Clementi (F&D H2O). 
Nello staff, insieme al commissario tecnico Fabio Conti, gli assistenti tecnici Paolo Zizza e Marco Manzetti, la team manager Barbara Bufardeci, il preparatore atletico Simone Cotini, la psicologa Flavia Sferragatta, la fisioterapista Simona Tozzetti e il medico Matteo Catananti, il medico per i test Beatrice Berti, il nutrizionista Giovanni De Francesco.

SISTEMA GPS A OSTIA. Centro federale di Ostia sempre più tecnologico. Nella vasca coperta sono state installate 8 antenne che ricevono segnali da tag di 10 grammi di peso indossati dai pallanuotisti sotto la calottina per determinare una serie di dati ormai fondamentali per la valorizzazione dei singoli e per l'ottimizzazione del gioco: posizione in vasca con approssimazione di 10 cm, occupazione degli spazi, distanza percorsa, tempo giocato e relativo recupero, velocità di nuotata in tutte le espressioni (media, massima, scatti, progressione, etc.). 
Il sistema BlueGps della Synapse - che può essere usato anche in altre discipline - è stato fortemente voluto dal coordinatore tecnico, nonché responsabile medico-scientifico della Federnuoto, Marco Bonifazi ed è stato testato dal Setterosa in preparazione alla partita con la Francia. Il sistema, già utilizzato per la pallacanestro, sviluppa una tecnologia per tracciare persone ed oggetti in ambienti chiusi ed aperti tramite identificazione a radiofrequenza. Tutti i dati potranno essere salvati in un apposito server e su cloud per visualizzazioni, comparazioni ed analisi. 
Domenico Mariotti, CEO di Synapses: "BlueGPS permette la raccolta e la storicizzazione di enormi moli di dati che ogni coach aggregherà e valuterà con il proprio staff tecnico nel modo più opportuno, così da percepire tutte quelle sfumature che accadono in partita, o in allenamento, e non possono essere rilevate dall'uomo. Di fatto noi siamo capaci, grazie ai nostri algoritmi, di scomporre ciascuna azione compiuta da ogni singolo atleta e salvare quelle informazioni rendendole visibili durante le riunioni tecniche, andando oltre la semplice percezione".

 

03 / 01/ 19