Parte il girone di ritorno di un campionato in questo periodo singhiozzante. La prima racconta in primis dei colpi dell’Ortigia in casa del Posillipo, ospite della vasca dello storico Volturno per problemi tecnici della Scandone, Canottieri a Firenze, e Bogliasco.

La squadra di Piccardo prepotentemente si accomoda al quarto posto in piena zona play off scavalcando anche il Savona dopo la Canottieri nello scontro diretto. Parte forte, poi, raggiunti dai rossoverdi gli aretusei piazzano la zampata vincente nel finale approfittando dei tre rossi (2 per proteste) alla squadra di casa, ormai stanca e ancor più nervosa.
L’altra napoletana soffre alla Nannini ma riesce a fare bottino pieno. Simile alla gara dei cugini l’andamento con il primo vantaggio dei giallorossi. Astarita e Razzi confezionano il sorpasso, Lapenna, Giorgetti e Campopiano il controsorpasso che da il la alla vittoria finale.
Non poteva sperare in un inizio migliore Bettini, la Vassallo spegne le velleità della più quotata Lazio già nel primo parziale. Gli aquilotti non macinano concretamente gioco, il Bogliasco invece riesce in tutto quello che ha preparato alla vigilia della gara fino all’ultimo tempo quando subisce il ritorno degli ospiti ma incamera comunque i tre punti che consentono di avvicinare Posillipo e Catania.
Gli Etnei devono registrare il forfait di Kovacic all’ultimo minuto, le prendono come da copione in quel di Brescia, ma appaiono poco concentrati consentendo ai lombardi di passeggiare per tutto l’incontro, mandando su tutte le furie coach Dato. Gara in discesa dunque per i padroni di casa (cinquina di Christian Presciutti) dopo la vittoria in Champions di mercoledì, ed esordio con gol per il giovane 2002 Ranzanici.
L’altra stella di Champions, il Recco, non fatica più di tanto a domare il Savona. Ritorno in vasca con gol di Ivovic che sostituisce Mandic nel roster per rendere più equilibrato il gioco in assenza di Sukno, i biancorossi poco possono contro la corazzata biancoceleste, mollando la presa nel finale.
Tutto liscio contro l’Acquachiara per il Trieste, Gogov e Petronio mettono le cose in chiaro già dalla prima frazione mantenendo un corposo vantaggio per tutto l’incontro. Qualche errore in attacco per gli ospiti ma gli alabardati non hanno comunque mai rischiato di perdere di vista il risultato.
Infine passeggia anche la Sport Management a Torino. Proibitivo l’inizio del girone per il team di Aversa, gli ospiti giocano al tiro al bersaglio per tutta la gara mandando in gol quasi tutti gli uomini di movimento.

Campionato a singhiozzo si diceva all’inizio. Già il prossimo weekend lascerà spazio al Settebello impegnato nel primo girone della neonata Europa Cup. Ci vorranno 2 settimane quindi per il ritorno in vasca della massima serie con l’ancoro più interessante dopo gli ultimi risultati Ortigia-Brescia che indicherà il valore dei probabili ospiti della Final Six. Ma ci sarà anche il derby tra Canottieri e Posillipo, nella speranza di poerlo vedere alla Scandone… ma questa è un’altra storia!


Nella foto
Christian Presciutti

10 / 02/ 18

Potrebbero interessarti