Autore

La serie A1 femminile è arrivata all'epilogo: terminata la regular season, ecco già in vasca la Final Six. Domenica si saprà chi potrà fregiarsi del titolo di Campione d'Italia.
La stagione regolare ha già comunque decretato la retrocessione del Messina in A2, mentre si salvano Rari Nantes Florentia e Cosenza.

La finale sarà Orizzonte vs Plebiscito?
Lo scorso anno vinsero le patavine allenate da Stefano Posterivo che batterono le catanesi di Martina Miceli 7-5. Quest'anno le "quote" si sono ribaltate con le siciliane, che hanno vinto la FIN Cup e conquistato la terza Coppa Italia della loro storia, ma non solo. Hanno dominato la regular season forti di quindici successi e un pareggio. Poi il salto di qualità con l'arrivo di Ashleigh Johnson, "goalkeeper" a stelle e striscie, campionessa olimpica a Rio 2016.
Grazie a Roberta Bianconi (47 gol), Arianna Garibotti (36) e Catharina Van der Sloot (33) hanno il miglior attacco del campionato.
Dall'altra sponda si contrappone la difesa delle venete con l'ex azzurra, vice campionessa olimpica, Laura Teani tra i pali e l'attacco formato dal capitano del Setterosa Elisa Queirolo e Laura Barzon, migliore realizzatrice delle venete e quarta del ranking nazionale con (31 gol). La grande assente sarà la fuoriclasse biancorossa Izabella Chiappini, lo scorso anno top scorer del campionato, ferma ai box da inizio campionato e alle prese con i noti problemi alla spalla.

I coach avversari

Mario Sinatra, all Bogliasco 1951: «Arrivare qui è soltanto il primo traguardo stagionale. Adesso abbiamo voglia di non accontentarci. Proclami come al solito non ne faccio ma la certezza è quella che scenderemo in vasca per dare il massimo di noi stesse, non pensando alle avversarie ma soltanto a noi. Il livello è alto ma noi siamo all'altezza di giocarcela con tutte».

Pierluigi Formiconi, all. SIS Roma: «Cerchiamo di migliorare il risultato dello scorso anno e di confermare i recenti progressi che ci hanno permesso di chiudere la stagione regolare al terzo posto. Andiamo a Firenze consci delle nostre potenzialità, affrontando con la massima concentrazione tutti gli impegni e per toglierci qualche sfizio».

Fabrizio Diblasio, Nuoto Club Milano: «Ormai ci siamo, ci siamo guadagnati con merito questo traguardo, e siamo orgogliosi di esserci per il secondo anno consecutivo. Abbiamo fatto una bella stagione, ci siamo tolti delle soddisfazioni e ci portiamo dietro anche qualche rammarico per qualche punto lasciato qua e là; rammarico che deve rappresentare uno stimolo in più, perché il nostro obiettivo è quello di uscire dalla vasca stremati e senza alcun rimpianto, e solo allora guarderemo il tabellone. Se i nostri avversari saranno stati più bravi, gli stringeremo la mano, ma vogliamo spremerci fino all’ultimo secondo e fino all’ultima goccia di sudore».

Luca Antonucci, Rapallo Nuoto: «Dietro a Orizzonte e Plebiscito, ed un eventuale exploit della Roma, metto sullo stesso piano noi, Milano e Bogliasco. E comunque vada, già il fatto di esserci e giocare partite di questo livello è per noi fondamentale: dovendo maturare esperienza, disputare la Final Six quest’anno sarà sicuramente un accrescimento per le ragazze in vista della prossima stagione».

Da domani, dunque il via alle finali. Questo il programma:

Quarti di finale - venerdì 11 maggio
1) Ore 18.30: SIS Roma - Bogliasco 1951
2) Ore 20.00: NC Milano - Rapallo N
 
Finale 5° posto - sabato 12 maggio
Ore 17.00: perdente QF1 - perdente QF2

Semifinali - sabato 12 maggio
1) Ore 18.30: Orizzonte CT - vincente QF2
2) Ore 20.00: Plebiscito PD - vincente QF1
 
Finale 3° posto - Domenica 13 maggio
Ore 16.30: perdente SF1 - perdente SF2

Tutte le partite saranno trasmesse in diretta su Waterpolo Channel

Finale 1° posto - Domenica 13 maggio
Ore 18.00: vincente SF1 - vincente SF2
Diretta su Rai Sport

Giudice arbitro: Gianfranco Tedeschi.
Arbitri designati: Calabrò, Carmignani, Collantoni, Ercoli, Guarracino, Ricciotti, Savarese.

 

10 / 05/ 18

Potrebbero interessarti