Sono le parole del presidente del Banco BPM Sergio Tosi a rendere ancora più concreto il sogno di vedere le finali scudetto alla piscina Manara.
«Nel giro di 15 giorni dobbiamo prendere una decisione definitiva - spiega -. Sta a noi valutare nel più breve tempo possibile il da farsi; chiederemo un incontro col sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli innanzitutto per capire se alla città interessa ospitare un appuntamento così prestigioso».

Per quattro giorni - dal 23 al 26 maggio - la Manara diverrebbe l'ombelico del mondo della pallanuoto italiana ospitando finale scudetto e finali playout e generando un indotto di considerevole importanza. Il meglio della pallanuoto nostrana sbarcherebbe a Busto Arsizio, con squadre come Pro Recco e Brescia che vantano roster infarciti di campioni.

Il costo per l'organizzazione dell'evento si aggira intorno ai 100.000 Euro e l'unica altra candidatura sembra essere quella del Brescia. La cifra comprende il pernottamento e tutti i trasferimenti delle squadre coinvolte, i costi per ospitare la delegazione della Federazione e gli arbitri e i mancati guadagni dell'impianto natatorio bustocco che sarebbe utilizzato esclusivamente per la pallanuoto.

«È un impegno considerevole sia dal punto di vista organizzativo che economico - prosegue il numero uno biancorosso -. Da soli non ce la facciamo e quindi è necessario che qualcuno ci aiuti in questo progetto che potrà dare lustro e rilievo a tutta la provincia di Varese». Un'occasione da non lasciarsi sfuggire, verrebbe da pensare.
«Ora che ci siamo insediati sul territorio ci sentiamo un pochino abbandonati», l'appello del d.s della BPM Gianni Averaimo.
La speranza è che l'S.O.S. venga raccolto...(1-da la Prealpina)

10 / 01/ 19