Autore

FINALE 1° POSTO

Italia - Croazia 9-6
Italia:Del Lungo, Di Fulvio 2, Gitto, Figlioli 1, Fondelli 1, Nora 2, Mirarchi, N. Presciutti, Renzuto Iodice, Bodegas 2, Aicardi 1, Bertoli, Volarevic.
All. Sandro Campagna.
Croazia: Bijac, Macan, Petkovic 1, Loncar 2, Jokovic 1, Buljubasic, Vukicevic, Buslje 1, Fatovic, Krapic 1, Setka, Garcia Gadea, Marcelic.
All. Ivica Tucak.
Arbitri: Naumov(RUS), Putnikovic (SRB). Delegato: Gianni Lonzi
Parziali: 2-3, 2-2, 3-0, 2-1.
Note: uscito per limite di falli nel III tempo Bertoli(I). Espulso per proteste nel II tempo Buslje(C). Nel III tempo Figlioli(I) snaglia tiro di rigore (traversa). Superiorità num. Italia 6/10, Croazia 3/7.

L'Italia vince il torneo 6 Nazioni di Siracusa battendo nella finale 9-6 la Croazia. Italia dai due volti: nella prima metà di gara ha subito l'avversario, dimostrandosi a volte distratta ed impacciata in difesa. Poi, dopo che Figlioli ha centrato la treversa con un cinque metri, la metamorfosi. Spumeggiante in attacco e attentissima in difesa, dove Del Lungo ha fatto la differenza.
Certamente Campagna avrà tratto le sue giuste considerazioni in vista dell'ormai imminente mondiale: hanno colpito le distrazioni difensive del primo tempo, fino ad oggi mai mostrate dal Settebello.
La gara inizia all'insegna di uno scatenato e guizzante Bodegas: realizza la prima e l'ultima rete del tempo, mentre nel mezzo Loncar, Buslje e Petkovic portano in vantaggio i biancorossi di Tucak.
Nel secondo tempo la Croazia sembra prendere il largo: Loncar va ancora sul doppio vantaggio, ci mette una pezza Figlioli, quindi Krapic va ancora sul +2. Ci pensa Di Fulvio con un tiro dei suoi a frenare la corsa degli avversari. Nei due minuti restanti del tempo l'Italia sembra giocare con  più attenzione, sopratutto Del Lungo diventa un "acchiappamosche".
Terzo tempo: Figlioli stampa sulla traversa un rigore (forse un pò dubbio): da quel momento si accendono i riflettori (quelli che mancano alla Caldarella) e l'Italia prende il volo. Nora, Fondelli, e Aicardi portano il Settebello sul +2, quindi ancora Di Fulvio, ad inizio dell'ultimo quarto, sul +3. Accorcia Maro jokovic, ma è ancora Nora a ribadire che il risultato finale porta gli azzurri sul +3. Finisce 9-6, e, adesso occhi e orecchie per aspettare i 13 che Campagna porterà a Budapest.

FINALE 3° POSTO

 

Grecia-Australia    10-6
Grecia: Flegkas, Genidounias 1, Dervisis 2, Argyropoulos Kanakakis, Fountoulis 3, Kapotsis, Papanastasiou, Delakas, Mourikis 1, Kolomvos 1, Gounas 2, Vlachopoulos, Galanopoulos.
All. Theodoros Vlachos
Australia: Slade, Putt, G. Ford 1, Kayes 3, Power, Kearns, Gilchrist, Younger, A. Ford 1, Kremer Taylor, Hollis 1, Brooks, Hyranthos.  
All. Elvis Fatovic
Arbitri: Franulovic (CRO), Severo (ITA)
Parziali: 5-4,3-0,1-1,1-1
Note: uscito per limite di falli nel IV tempo Dervisis (G). Superiorità num.  Grecia 2/6, Australia 1/9.

 

Grazie ai primi due tempi giocati molto intensamente, la Grecia batte l'Australia e si piazza al terzo posto del Sei Nazioni. A dirla tutta gli Aussie hanno avuto una partenza bruciante, ma non sono stati in grado di capitalizzare il doppio vantaggio iniziale e la Grecia, squadra che non molla mai, ha ribatutto punto a punto fino a chiudere il parziale in vantaggio, per poi dare tre botte con Mourikis, Genidounias e Gounas nel secondo parziale mettendo fra loro e gli avversari un gap che si è rivelato incolmabile ai fini del risultato finale.

FINALE 5° POSTO °

Russia - USA    10-6
Russia: Korneev, Lazarev 4, Vasilyev, Derevankin 1, Bugaychuk, Ashaev 1, Merkulov 1, Nagaev 1, Suchkov, Kholod 1, Lisunov, Shepelev 1, Statsenko.
All. Sergey Evstignev
USA: Holland, Mc Connell, De Trane 2, Obert 1, Hallock 1, Cupido, Vavic 1, Carniglia, Bowen 1, Ramirez, Roelse, Blake Parrish, Wolf.  
All. Dejan Udovicic
Arbitri: Achladotis (GRE), Petronilli (ITA)
Parziali: 2-1, 3-3, 2-2, 3-0
Note: uscito per limite di falli nel III tempo Suchkov(R). Espulsi nel II tempo Mc Connell (U), nel IV Vasyliev (R), Roelse (U). Superiorità num. Russia 3/8,     Usa 4/12.

Si conclude al sesto posto l'avventura della nazionale USA al Sei Nazioni di Siracusa. Se la Russia di questa sera ha dato segni di ripresa vincendo la prima partita del torneo, la ricostruita nazionale di Udovicic ha dimostrato di essere lontano da quella vista lo scorso anno a Rio. Chiuso in svantaggio la prima frazione di gioco, gli americani riescono a riequilibrare il match a metà del secondo quarto con De Trane, quindi vanno nuovamente sotto e ritrovano il pari a due dal termine del terzo periodo con Bowen. La Russia non sta a guardare e chiude la terza frazione sul +1 grazie a Merkulov, per poi rifilare alla truppa di Udovicic un secco 3-0 nell'ultimo quarto grazie alla doppietta di Lazarev e alla singola di Ashaev.

 

 

09 / 07/ 17