Autore


Sul Corriere della Sera del 26 febbraio, Aldo Grasso, nella rubrica «A filo di rete», racconta della possibile beatificazione di Adele Bonolis, pro zia del più conosciuto Paolo Bonolis. La Congregazione delle cause dei Santi, che ha proposto la venerabilità, ha affermato che «Le virtù eroiche della Serva di Dio Adele Bonolis, Fedele laica, Fondatrice delle Opere di Assistenza e Redenzione Sociale».

Paolo Bonolis, interpellato dall’autore dell’articolo, ha dichiarato:«Zia ha fatto quello che ha fatto perché aveva cultura e fede. E’ lei che mi ha ispirato  a incuriosirmi della vita».

27 / 02/ 21