Autore

Se ai piani alti continuano la loro marcia le tre super star del campionato, alle loro spalle la classifica subisce dei bruschi cambiamenti. E' scoccata infatti l'ora della coppia siciliana Catania-Ortigia: la prima impegnata a scostarsi dalla zona play out, la seconda che conquista un meritatissimo quarto posto in classifica.
Entrambe a spese di due liguri.

A Catania la battaglia fra gli etnei ed i biancorossi di Angelini è stata dura, un pessimo esempio di come non deve essere questo sport. Mani addosso, una brutalità, diversi usciti per limite di falli: insomma non è stata di certo pallanuoto spettacolo. La grinta (se così si può chiamare) dei rosso celesti è servita  per portare a casa tre punti preziosi e per fare un regalo ai cugini dell'Ortigia: aver fermato il Savona. Biancorossi che devono comunque fare il mea culpa per aver buttato alle ortiche il doppio vantaggio con cui hanno chiuso il secondo parziale. Sugli scudi Giorgio La Rosa, miglior realizzatore del match con quattro reti.

A Siracusa disco rosso per il Bogliasco, che lontano dalla Vassallo stenta ancora a raccogliere punti preziosi. Per la banda Bettini resta comunque ancora un buon margine per non restare impantanata nella zona play out, ma deve fare molta attenzione al Posillipo che, sotto di un solo punto, certamente lotterà fino alla fine con il coltello fra i denti. L'Ortigia, dal suo canto, sta dimostrando di essere la rivelazione di questo campioanto: non sbaglia le sue mosse e stasera si trova al quarto posto in classifica, passando avanti a Savona e Canottieri. E non è poco.

Torna alla vittoria la Canottieri a spese di Trieste: con i rientranti Velotto, Giorgetti (poker per lui) e Lapenna la formazione di Zizza ha dimostrato di essere squadra solida, gestendo senza preoccupazioni la gara. La vittoria odierna le consente di tenere il passo del Savona: il vantaggio sulla Lazio fa ben sperare di accedere ai play off, ma occhio alle distrazioni.

Torino conquista tre punti, che potrebbero rivelarsi preziosissimi in chiave salvezza, in casa dell' Acquachiara scesa però in vasca senza il suo centro Blanchard, appiedato dal giudice per un (dubbio?) fallo di brutalità imputatogli nella gara infresettimanale a Savona. Nelle restanti giornate di regular season la squadra piemontese deve affrontare le due siciliane, le due napoletane, quindi Brescia, Savona, Florentia e Trieste. Non sarà facile mantenere il -3 proprio dagli alabardati, per arrivare poi allo scontro diretto e giocarsi il tutto per tutto.

La Florentia sente il "fiato sul collo" del Catania: ma il buon campionato fin qui disputato dai ragazzi di Tofani consentirà ai gigliati di proseguire senza grandi patemi d'animo. D'altronde oggi contro il Recco il semaforo era inevitabilmente rosso.

Recco, Brescia e Sport Management continuano la marcia che, a nostro avviso, si concluderà senza scossoni ai play off.

Ma la diciassettesima giornata è stata tinta di tristezza per la tragedia di Caivano, dove il giovane Mario Riccio a soli diciassette anni è deceduto.
Episodio che induce ad una profonda riflessione.

Tutti i numeri al link: http://waterpoloitaly.com/campio...

Nella foto
Cristian Napolitano e Andrea Tringali

10 / 03/ 18