Basta fare un giro sul web per rendersi conto di come sia fatuo il mondo del cloro italiano.
Scocca l’ora dei professori, dei suggeritori, dei paragoni.
Tutti, dietro la tastiera sono bravi. Intelligenti. Professionali.
Fare come il calcio, come il rugby, come il volley ….

Ma a qualcuno viene in mente che per fare 3 tamponi alla settimana una società dovrebbe spendere qualcosa come 4.500 euro? Che diventerebbero 18.000 euro al mese?

Chi è in grado di sopportare questi costi? Una o due società in Italia?

E dunque anziché dare i soliti consigli da “professori” (più leccapiedi in verità) perché non porsi la vera domanda: la FIN finirà di fare il pesce in barile, o come sempre dalla Curva Nord dell’Olimpico usciranno le solite parole, parole, parole?

Ricordiamo per l'ennesima volta le parole di Paolo Barelli di mesi fa: daremo 5 milioni di euro in supporto alle nostre società.
Ebbene ora è giunta l'ora di tirarli fuori !


Ci vogliono fatti concreti. Servono contributi. Sarà tutto più semplice così.

03 / 10/ 20