Autore

Vigilia di Champions League a Brescia: sabato, alle 19 (con diretta radio dal sito https://www.spreaker.com/user/br...), l'AN Brescia nella vasca amica di Mompiano affronterà la formazione russa del Sintez Kazan, gara di andata valida per il terzo turno di qualificazione della Champions, ultimo atto per accedere alla fase a gironi del torneo.

E' chiaro che la formazione di Bovo si impegnerà allo spasimo per portare a casa un risultato utile che possa garantire il passaggio del turno, alla luce anche della gara di ritorno in terra russa.
Avversario da non sottovalutare, anche se i precedenti parlano chiaro: Kazan è già stato battuto dal Brescia nella finale di Euro Cup del 2016, mentre fra i due coach, Bovo e Belofastov (ex atleta di Bogliasco e Bissolati Cremona) c'è il ricordo di quella semifinale olimpica di Barcellona '92, vinta dal Settebello 9-8 sulla Russia.

L'AN chiama a raccolta i propri tifosi, garantendo spettacolo e sopratutto dimostrando la forza del team.
«Rispetto allo scorso anno – racconta Alessandro Bovo -, sono una squadra piuttosto diversa, non hanno più il croato Marelja, ma hanno preso l’ex Posillipo, Klikovac, che assicura buona sostanza all’attacco. Altro nuovo è l’ex Spandau, il francese Marzouki, altro buon attaccante; in definitiva, sono un team che, magari, non ha nella velocità una delle maggiori caratteristiche, ma sono senz’altro forti fisicamente, ben organizzati e con centri di qualità. D’altronde, non poteva essere altrimenti visto il ruolo di Belofastov ai tempi in cui giocava: è stato un centroboa di eccezionale qualità. Sarà una battaglia tosta, noi abbiamo un potenziale maggiore ma non siamo al meglio della condizione, loro hanno una grande forza fisica e sono più rodati. Comunque sia, vogliamo assolutamente passare il turno, dovremo essere solidi, giocare senza ansia, valutando bene tutti e otto i tempi del confronto».

Nella foto ©bkstudio.ch
Alessandro Bovo

 

12 / 10/ 17

Potrebbero interessarti