Solo sei le squadre in vasca sabato per la disputa della 15esima giornata del campionato femminile di A1. Tre sole quindi le gare in programma. Le altre due, quelle tra Plebiscito Padova e Torre del Grifo e tra F&D H2O e Orizzonte Catania si giocheranno mercoledì 13.
Un posticipo dettato dal fatto che Padova e Catania saranno impegnate nelle gare di ritorno dei quarti di finale dei Euro League.
In questo contesto il paradosso è che, a differenza del Padova che disputerà sabato la sua sfida europea contro le ungheresi dell’UVSE, il Catania scenderà in vasca per affrontare in trasferta le spagnole del Sabadell, solo martedì 12, vale a dire 24 ore prima del programmato posticipo di A1. Scelte che rischiano di pesare, ma che evidentemente, in casa rossoazzurra avranno ben valutato. 
Detto questo non resta che parlare delle tre gare in programma sabato.
Il mini-turno si aprirà alle 15 col confronto tra Rapallo e Florentia, squadre che, quando mancano 4 turni alla conclusione della regular season, sembrano avviate entrambe ai play-off. Se per il Rapallo i giochi sono praticamente fatti, manca ancora qualcosa alla Florentia e quel “qualcosa”, c’è da crederlo, le gigliate di Andrea Sellaroli cercheranno di strapparlo già sabato alle gialloblù di Luca Antonucci
«Ad inizio stagione avrei messo la firma per ritrovarmi in questa posizione a quattro giornate dal termine -ha dichiarato Sellaroli–  non dimentichiamo che Milano e Verona hanno investito molto la scorsa estate e il Bogliasco che pur avendo in rosa molte esordienti è una delle migliori società dal punto di vista delle giovanili. Da parte nostra cerchiamo di sfruttare al meglio questo leggero vantaggio, anche se il calendario da qui alla fine non è dalla nostra parte, a partire già da sabato a Rapallo. Al di là di questo credo molto nel gruppo e le motivazioni, potrebbero essere l’arma in più da qui alla fine».
La 15esima giornata proseguirà con la sfida tra SIS Roma e Css Verona, formazioni separate in classifica da 19 punti il che fa decisamente pendere l’ago della bilancia a favore delle giallorosse di Marco Capanna che, vincendo, finirebbero –fermo il Catania– per assaporare per qualche giorno il gusto del primato. Il tutto, ovviamente, Verona permettendo. Le venete di Giovanni Zaccaria non sono sembrate ultimamente al top, ma la voglia di tornare sotto i riflettori è altissima in casa gialloblù.
Tutto da seguire anche il confronto tra Bogliasco e Nuoto Club Milano compagini che arrivano allo scontro diretto partendo dalla stessa posizione di classifica, desiderose di entrare a far parte del lotto delle sei protagoniste delle finali play-off in programma il 10, 11 e 12 maggio.

A proposito bisognerà cominciare a pensare dove far disputare quest’anno la final-six.
Comunicarlo per tempo può vuol dire mettere in condizione appassionati e addetti ai lavori che intendono seguire l’avvincente “tre giorni”, di farlo più agevolmente. 

08 / 03/ 19