Partita vibrante quella che giocano Trieste e Canottieri in apertura della quinta giornata. Trascinati dal mattatore di giornata Giorgetti i napoletani trovano il break vincente non senza soffrire. La cinquina dell’ex Recco è di quelle pesanti e riesce a smorzare il ritorno dei giuliani che rispondono nel terzo tempo al break avversario di metà gara. Viene fuori la maggiore esperienza ospite ma la strada intrapresa da Piccardo è di quelle giuste.
È pari tra Posillipo e Savona ma se fosse stato “2” in schedina non ci sarebbe stato di che scandalizzarsi. I rossoverdi incappano nella giornata storta probabilmente, ma il team di Angelini tra mille difficoltà e un super Antona termina la gara con solo 7 uomini di movimento facendosi rimontare il doppio vantaggio solo nell’ultima frazione sotto i 5 colpi complessivi di Subotic.
Scoppiettante poi il big match di giornata tra Sport Management e Brescia. Molto equilibrato soprattutto nelle prime due frazioni con i casalinghi molto attenti in difesa, poi Paskovic e il minore dei Presciutti fanno +2, quindi un gol non convalidato e tre buoni di fila per ribaltare fino alla deviazione di Napolitano che decide di dividere la posta in palio e la seconda piazza in classifica a 30” dalla sirena.
E già, perché nonostante la piscina strapiena e perfettamente organizzata nei minimi dettagli il Torino nulla può contro l’armata di Vujasinovic che guida ora in solitaria la classifica. Solo Petar Filipovic e due volte Seinera riescono a bucare Tempesti, poi è goleada davanti ad Andrea Agnelli seduto in tribuna. Ultimo quarto Dufour tra i pali ospiti.
Pioggia di gol anche al Foro Italico, il Bogliasco scarica tutta la rabbia accumulata dopo la sconfitta casalinga proprio ad opera dei piemontesi e gioca al tiro al bersaglio con la porta difesa da Correggia. La Lazio sbaglia ancora troppo in superiorità, il primo gol arriva ad inizio terza frazione con Bettini che tira un sospiro di sollievo mentre gli aquilotti restano soli in coda alla classifica senza punti.
Lo scontro diretto della tra Acquachiara e Ortigia si risolve a favore degli ospiti. La cinquina subita nel secondo tempo non stende i Porzio's boys che riescono a restare in partita, poi black out negli ultimi 8 minuti che portano la posta piena e il provvisorio terzo posto in Sicilia. Dubbi sulla validità o meno del tiro di Del Basso a filo di penultima sirena che forse avrebbe potuto rendere meno amara la giornata del team di Porzio.
Poteva invece essere splendida la giornata del Quinto secondo coach Paganuzzi, ma il pari ottenuto contro la Vis Nova davanti al sindaco di Genova (ex pallanuotista) Marco Doria fa comunque morale per il primo punto della stagione. qualche errore di troppo in attacco permette agli ospiti di non soccombere, bravi ad approfittare dei buchi concessi dai padroni di casa soprattutto con l’uomo in meno.
Se Recco e Brescia possono sentirsi abbastanza tranquilli di conservare la posizione in classifica, nel prossimo turno la Sport Management dovrà stare attenta nella trasferta in casa Canottieri. Sarà interessante vedere la reazione di Savona e Acquachiara dopo le delusioni (per motivi diversi) del turno appena concluso mentre il Posillipo andrà a Bogliasco per riprendere la corsa. Da nord a sud per vedere Ortigia-Trieste che promette scintille, Torino invece farà visita alla Roma nello scontro diretto per la salvezza.

Per la classifica, classifica marcatori e statistiche in superiorità/inferiorità numerica
cliccare qui >>
http://waterpoloitaly.com/campio...

Nella foto inviata da Pro Recco Andrea Agnelli e Maurizio Felugo

12 / 11/ 16