Autore

La vasca, senza dubbio, è imponente: la Carmen Longo di Bologna, dopo la sua ristrutturazione, si addice ad ospitare eventi importanti. E dunque ecco che si fa avanti la Pro Recco, come del resto il suo presidente Maurizio Felugo aveva anticipato questa estate. «Porteremo la Champions in giro per l'Italia» disse ed è stato di parola.
Il 5 dicembre ed il 9 gennaio la vasca di “casa” dei biancocelesti sarà proprio la Longo di Bologna. Steaua Bucharest e Eger le avversaire, ma il 21 novembre, contro i fenomeni del Ferencvaros (FTC) sarà Sori ad ospitare la Pro nel suo esordio casalingo.
«La crescita della pallanuoto passa anche dalla diffusione dei modelli vincenti in giro per l'Italia - afferma Maurizio Felugo -. Per questo ci fa enorme piacere portare due match di Champions League in una città che ha grande tradizione sportiva, un impianto bellissimo e da tempo desidera respirare l'atmosfera della grande pallanuoto. L'intesa con il gestore della vasca è stata immediata, ovunque vada la Pro Recco riscuote un grande affetto, prova ne è la straordinaria serata di Novara della passata stagione con la piscina stracolma e festante. A quell'esperimento sono seguite decine di richieste, anche da importanti piazze del sud Italia, per accogliere le nostre gare europee: la dimostrazione che la Pro Recco è ormai un brand consolidato e la pallanuoto sa essere attrattiva se trasformata in un evento ed affiancata da una comunicazione efficace».  

Ma non solo Bologna è la prescelta: altre città hanno chiesto di ospitare la Pro Recco con le gare casalinghe di Champions: «'L'organizzazione è certamente complessa – conclude Felugo - ma l'amore per il nostro sport e la volontà di promuoverlo nella maniera migliore, aiutano a superare tutte le fatiche».

06 / 11/ 18