Montecarlo - «Per ora l’importante è lavorare». Vlado Vujasinovic ha un sorriso tirato. Ma non perché non sia soddisfatto del primo Recco di stagione. Colpa di un mal di stomaco che da giorni non lo molla. La Pro Recco riparte dall’Olympiacos, vicecampione d’Europa, e riparte da un successo netto e convincente: 12-6, nel Champions Trophy in corso di svolgimento nella piscina coperta dentro la pancia dello Stade Louis II, a Montecarlo. Buona la prima, con il club biancoceleste che subisce il gol d’avvio da Genidounias e poi allarga: più 3 alla fine della prima frazione (4-1), più 4 (6-2) a metà gara, fino al più 6 conclusivo. Il ritmo è da inizio stagione, il più in palla è Filip Filipovic, che griffa una cinquina. Bene anche Sukno. Il resto, come dice il neo coach, è soprattutto lavoro e condizione da trovare. Nei giorni scorsi, la squadra ligure ha giocato e vinto due volte in amichevole contro lo Jug (16-12 e 16-13) a Camogli e Lavagna. Seconda partita del quadrangolare monegasco, patrocinato dalla federazione e dall’As Monaco, contro lo Spandau 04. Domani alle 14 la sfida con lo Jug, rivincita della semifinale Champions che il Recco perse ai rigori a giugno, ma senza Tempesti, vittima del distacco della retina.
Certo, se il buongiorno si vede dal mattino, la squadra di Vujasinovic pare destinata a partire nuovamente con il ruolo di favorita anche in Europa. E crescono i rimpianti per la Final Six di quattro mesi fa.
In tribuna, nella piscina del Principato, accanto al presidente Maurizio Felugo, anche il patron Gabriele Volpi, sorridente e soddisfatto della prova della squadra.

Pro Recco – Olympiakos 12-6
Pro Recco: Tempesti, Figari, Di Somma 2, Pijetlovic, Molina, Sukno 2, Di Fulvio 2, Fondelli, Aicardi, Filipovic 5 (1R), Ivovic 1, Echenique, Volarevic.
All. Vladimir Vujasinovic.
Olympiakos: Pavic, Mylonakis, Delakas, Genidounas 1, Fountoulis 3 (1R), Buslje 1, Pontikeas, Ntoskas, Mourikis 1, Kolomvos, Janovic, Espanol, Galanopoulos.
All. Theodoros Vlachos.
Arbitri: Mercier, Inesta.
Parziali: 4-1, 2-2, 2-1,
Note: usciti per limite di falli nel III tempo Figari (R), nel IV Ivovic (R). Nel I tempo Pavic (O) para tiro di rigore a Molina. Superiorità num. Recco 4/8, Olympiakos 4/9. Spettatori 100 circa.

08 / 10/ 16