E non dite che non lo ve lo avevamo detto: «Malati di cuore, attenti: la 12a giornata del campionato femminile di serie A1, non sarà come le altre». Messaggio subliminale per dire che “qualcosa di forte sarebbe successo”.
E ora alzi la mano chi è rimasto impassibile di fronte alla terza sconfitta stagionale (la seconda nelle ultime tre gare) delle campionesse d’Italia del Plebiscito Padova superate al Poggiolino da un Rapallo “ammazza-grandi” che ora non può proprio più nascondersi, e chi non ha battuto ciglio di fronte alla seconda sconfitta stagionale (la prima in casa) dell’Orizzonte Catania, battuta da una SIS Roma che dopo aver alzato al cielo la Coppa Italia comincia a sentire odore di scudetto. 

La classifica non poteva non risentire di tutto questo. Rapallo (28 punti) e SIS Roma (26) si lasciano alle spalle il Padova (25) e ora tallonano l’Orizzonte (30). Ottime premesse in vista della gara di recupero in programma mercoledì 20 al Poggiolino.
Per il resto non sono mancate sorprese neppure alla Nannini dove una Rari Nantes Florentia trasformata (in meglio) ha avuto ragione di un Bogliasco rimaneggiato, ma anche stranamente arrendevole e incapace di difendere una delle posizioni utili per approdare alla final six. Traguardo a cui si avvicina con sempre maggiore vigoria il Nuoto Club Milano che trascinato dai gol di una incontenibile Arianna Gragnolati (con le 7 reti realizzate nella sfida esterna col Torre del Grifo l’attaccante del sodalizio meneghino rafforza la leadership nella classifica marcatori) si mantiene in ottima posizione.

Perde contatto invece dalla "zona play-off" il Css Verona costretto al pari, in casa, da un coriaceo e pungente F&D H2O Velletri

 

09 / 02/ 19

Potrebbero interessarti