Autore

C'è chi può permettersi i tour all'estero per affinare la forma in vista del campionato e chi deve "accontentarsi" del turno eliminatorio di Coppa Italia. La pallanuoto tricolore è forse uno dei pochi ambienti dove la divisione in caste rimane più rigida che nell'India profonda... Quinto, Lazio e Vis Nova fanno di necessità virtù e oggi debuttano in Coppa con l'entusiasmo di chi non ha niente da perdere.
QUINTO. A tre mesi dalla storica promozione in serie A1, il B&B Sporting Club Quinto torna in acqua nel concentramento di Savona: i biancorossi dovranno vedersela con Pallanuoto Trieste, Rari Nantes Bogliasco, Rari Nantes Savona e Torino ’81. Le prime due classificate accederanno al turno successivo della competizione tricolore. "Ci avviciniamo a questa kermesse consapevoli di avere ancora tanto lavoro da fare, quindi non saremo al cento per cento – analizza il tecnico Marco Paganuzzi – Siamo ancora indietro sotto il profilo dell’organizzazione di gioco, anche perché ci stiamo allenando a ranghi completi solo da quando si sono aggregati gli stranieri, quindi non più di due settimane. Sarà comunque un insieme di partite importanti per conoscerci meglio e crescere insieme, per oliare i meccanismi e migliorare l’amalgama. Detto questo, proveremo comunque a vincerne il più possibile: vincere aiuta a vincere e infonde parecchia autostima. Non sarà però facile, ma dovremo abituarci ai momenti difficili: saperli gestire farà la differenza anche e soprattutto in campionato"
VIS NOVA. La Roma Vis Nova combatte nella piscina federale di Ostia. In acqua scenderanno oltre alla squadra allenata da Cristiano Ciocchetti anche la Lazio Nuoto, Acquachiara Ati 2000, CC Ortigia e CN Posillipo. Oggi e domani una partita, mentre domenica una doppia, un bel banco di prova per confrontarsi con le realtà del sud Italia. La Roma Vis Nova rispetto allo scorso anno è cambiata molto, sono arrivati giovani interessanti come Bitadze e Briganti, ragazzi di esperienza come Delas e Gobbi e altri in cerca di affermazione in Italia come Jerkovic. Presente la vecchia guardia, da capitan Innocenzi, a Pappacena, Nicosia e Vitola. Il pensiero del tecnico romano, Ciocchetti: "Siamo pronti per iniziare questa stagione, ci siamo allenati molto bene in queste settimane, abbiamo spinto a livello fisico nelle prime tre, ora ci stiamo concentrando sulla parte tattica. Fin dai primi giorni ho visto una bella armonia e un bello spirito di squadra, tutti lavorano tanto e hanno voglia di dimostrare, buoni presupposti per questo inizio. Ripeto il gruppo è molto unito e vuole far bene a partire da questa coppa Italia. Vogliamo dire la nostra e provare a insidiare squadre come Acquachiara e Posillipo che sulla carta sono accreditate per accedere alla seconda fase". Rodaggio o meno un derby e sempre un derby, per questo la Vis Nova attende con ansia l'ultima gara del quadrangolare, domenica alle ore 17,30 che la vedrà opposta alla Lazio. La gara si potrà seguire in diretta streaming sul sito dei leoni, "romavnpallanuoto.com".
LAZIO. La Lazio allenata da Massimo Tafuro e dal suo vice Ramon Garcia è ancora in fase di rodaggio e lamenta qualche problema fisico. In particolare Di Rocco ha un problema al braccio destro e non è stato convocato, mentre, Giacomo Cannella, reduce dalla medaglia d'argento ottenuta da protagonista in azzurro agli Europei under19, ha la febbre, ma stringerà i denti per poter dare il suo contributo, come Leporale e Colosimo, anche loro non al meglio. Intanto, nelle scorse settimane è entrato a far parte della famiglia della Lazio anche un altro ragazzo molto interessante: Andrea Tulli classe '95 proveniente dalla Roma 2007. Novità anche in porta dove è stato acquistato William Washburn, milanese classe '88 dalla Roma Nuoto. Quella che sta per partire sarà una stagione di transizione, guidata dalla vecchia guardia che ha dimostrato ancora una volta un grande attaccamento a questi colori. Un gruppo solido che permetterà ai giovani che a luglio hanno vinto il tricolore under 20 di crescere con tranquillità, portando avanti un progetto a lungo termine come deciso dalla società durante l'estate. Massimo Tafuro confessa: "Il nostro obiettivo è cercare di fare il meglio possibile, i lavori sono ancora in corso e ci sono molte novità. Per noi sarà un banco di prova perché si giocherà con un'intensità che non si trova in allenamento. C'è anche un po' di emozione da parte mia: ho guidato questa squadra tanti anni fa, ma dopo aver seguito tanto i giovani anche per me c'è quell'adrenalina che mancava. Fondamentale sarà l'apporto dei ragazzi: hanno la possibilità di confrontarsi in A1, un mondo completamente diverso rispetto a quello a cui sono abituati, a loro la possibilità di dimostrare il valore senza fretta".

Nella foto la Roma Vis Nova "si dà la carica"

23 / 09/ 16