Autore

Lo SC Quinto, unica formazione genovese iscritta al campionato di serie A1 di pallanuoto, si è presentata alla città nella tradizionale cornice della sua sede sociale, in via Quinto. Presente la prima squadra (inclusi i quattro nuovi acquisti Alex Giorgetti, Andrea Fracas, Thomas Tabbiani e Mario Guidi) e il settore giovanile al gran completo, il presidente onorario Fin Lorenzo Ravina con il  responsabile del settore giovanile Gianfranco Deferrari, quindi  il consigliere con delega allo sport Stefano Anzalone e il presidente del Municipio Levante Francesco Carleo.

«L’obiettivo è quello confermarci – ha detto il presidente del club biancorosso Giorgio Giorgi-, magari con un po’ più di comodità, in questa categoria. E poi rimane l’obiettivo diciamo sistemico, quello di radicare sempre di più la pallanuoto di alto livello a Genova. E’ uno sport ligure, ma in questa città lo è sempre stato un po’ per la riviera. Per noi diventare la squadra di riferimento di Genova per la pallanuoto è importante. Ogni cammino inizia con un passo, e noi crediamo di averlo fatto».

Non poteva non essere ricordato Marco Paganuzzi, scomparso lo scorso novembre: lo ha fatto il suo successore, Gabriele Luccianti, che ha parlato anche della sua attuale squadra: «Il nostro obiettivo deve essere la conferma della categoria. Siamo al secondo anno consecutivo, il terzo in totale, in questa categoria e il campionato di A1 è molto selettivo, dove giocano i migliori giocatori del mondo. Sarà complicato, molte squadre si sono rinforzate, altre rimangono competitive pur avendo perso qualcosa. Il primo traguardo resta quindi la salvezza, poi quello che arriverà in più ce lo prenderemo sicuramente».
Lo Sporting Club continuerà a giocare nel tempio della pallanuoto genovese: le Piscine di Albaro.

21 / 09/ 19