La partita più attesa della giornata finisce in pareggio. Non era uno scontro diretto tra Bogliasco e Florentia ma una gara molto importante per la continuità di entrambe, quello si. Giocano maluccio con l’uomo in più, i gigliati perdono praticamente subito Tomasic per brutalità ma il Bogliasco non riesce a scavare il solco nei 4 minuti in superiorità chiudendo il primo parziale col minimo vantaggio. Poi è botta e risposta fino all’ultimo quarto quando il doppio vantaggio ospite viene recuperato.
Dopo lo stop in Champions il Recco riprende a inanellare vittorie. Ne fa le spese la Canottieri nel match che apre la nona giornata, poca resistenza ai campioni in carica arrivati a Napoli a ranghi ridotti ma estremamente determinati. Un pò meno rinunciatario il Posillipo nella gara successiva, ma l’andazzo non cambia di molto. La Sport Management, ritrovati tutti o quasi i suoi titolari, si fa avanti sul +7 di metà gara per poi tirare i remi in barca, ma il risultato non cambia.
Illude i suoi tifosi la Lazio andando avanti nella prima frazione, poi il blackout dalla successiva ferma la striscia positiva e agli aretusei padroni di casa riesce in pieno l’operazione sorpasso con le triplette di Jelaka e Lindhout che valgono la sesta piazza. Importantissima la vittoria del Savona a Trieste, Milakovic e Giovanni Bianco (tripletta per loro) spengono ogni velleità di risultato per il team di Krstovic andando sul +5 a metà gara, divario che si dimostra irrecuperabile per il resto dell’incontro, ed è quarto posto in condominio con la Canottieri.
Riprendela marcia il Catania arrembando alla Scuderi verso la porta dell’Acquachiara. Poi il sussulto ospite che pareggia le frazioni centrali, infine sotto i colpi di Torrisi si allarga il punteggio e i ragazzi di Iacovelli rimandano ancora l’appuntamento con i punti in classifica.
A quattro lunghezze dai partenopei il Torino, incappato nella giornata si del Brescia (poker di Manzi) che chiude le ostilità già nel primo parziale (6-0). Il resto è noia ma gli ospiti probabilmente lasciano la testa a Torino.
Il prossimo turno sarà l’ultimo del 2017. Sport Manageent-Brescia promette fuochi d’artificio in anticipo, Torino-Trieste potrebbe valere il sorpasso casalingo mentre il Catania tenterà l’aggancio alla Florentia in trasferta. Poi derby ligure tra Savona e Bogliasco, trasferta in casa dell’Acquachiara per l’Ortigia mentre il Posillipo farà visita ala Recco.

Le voci degli allenatori

Vladimir Vujasinovic, all. Pro Recco: era importante continuare la striscia di vittorie in campionato. Abbiamo fatto un pò di rotazioni per far rifiatare alcuni giocatori, ormai la stanchezza si fa sentire dopo 3 mesi molto intensi, la sosta sarà molto utile per ricaricare le batterie.
Paolo Zizza, All. Canottieri Napoli:in partite come queste e’ facile fare brutte figure se non si scende in acqua concentrati. Così è stato purtroppo, dobbiamo crescere sotto questo punto di vista.
Marco Baldineti, all. Sport Management: partita strana, due tempi discreti poi solo due gol nella seconda parte. Veniamo dal quarto di finale in Europa, sabato prossimo ce la vedremo col Brescia, tra due impegni così importanti ci può stare un calo, sono contento di non aver subito gol ma per il resto un po’ meno.
Roberto Brancaccio all. Posillipo: ci abbiamo provato mettendoci tanto impegno ma la differenza tra le due squadre e’ tanta, non potevamo pretendere molto di più. E importante giocare queste partite per crescere.
Stefano Piccardo, all. Ortigia: I ragazzi hanno mostrato carattere e concentrazione. Buona prova della difesa dove abbiamo concesso veramente pochissimo. Forse ancora troppi errori in superiorità che, almeno all’inizio, ci hanno frenato. Avremmo sicuramente dovuto allungare prima. Sono comunque contento per la prova dell’intera squadra. Bisogna lavorare su alcune cose ma la reazione che avevo chiesto c’è stata.
Claudio Sebastianutti, all. Lazio: Partiti bene poi abbiamo pagato la loro maggiore fisicità e, probabilmente, il fatto di giocare all’aperto. Abbiamo perso i punti di riferimento e non siamo più stati capaci di servire i nostri centrali.
Sono comunque partite importanti perché ci fanno crescere. Possiamo solo essere soddisfatti del nostro campionato e sono certo che altri punti, prima del giro di boa, arriveranno.
Paolo Iacovelli, all. Acquachiara: i ragazzi hanno giocato davvero un'ottima gara: fino al 7-5 siamo stati in partita, poi hanno fatto la differenza la maggiore esperienza degli etnei, la bravura di alcuni giocatori come Giorgio Torrisi e anche alcune incomprensibili decisioni arbitrali. Potrà sembrare paradossale quello che dico, considerato il fatto che l'Acquachiara è nettamente più debole rispetto a qualsiasi avversaria in questo campionato, ma non è la prima volta purtroppo che le direzioni di gara ci penalizzano.
Giuseppe Dato, all. Catania: La prestazione odierna è stata mediocre, i risultati dell’ultimo mese hanno reso la squadra poco serena. Abbiamo sbagliato molto, è gli errori hanno aumentato l’ansia, per questo la partita non è stata delle migliori. Però, la vittoria è importante, il gruppo è ancora giovane e questa è solo una fase fisiologica. Secondo me abbiamo fatto meglio in passato, ma ci riprenderemo con continuità.
Miroslav Krstovic, all. Trieste: Ripartiamo da quel terzo periodo giocato bene, peccato però il brutto inizio. Dobbiamo capire che quando le cose vanno male non dobbiamo abbatterci, ma continuare a lottare su tutti i palloni. Con il lavoro usciremo da questo periodo negativo.
Daniele Bettini, all. Bogliasco: Di questa gara salvo esclusivamente il punto che abbiamo aggiunto alla nostra classifica. Abbiamo giocato una partita sottotono, troppo confusionaria a livello di gioco. Dopo quattro minuti avevamo già l'incontro in mano, dovevamo solamente gestirlo ed invece ci siamo fatti prendere dall'ansia del risultato ed abbiamo perso di vista il nostro obiettivo. Loro hanno giocato senza centro praticamente per tutta la partita eppure ci ha messo in seria difficoltà, soprattutto sfruttando bene i nostri errori individuali. Non sono per nulla soddisfatto della prestazione mentre faccio i miei più sinceri complimenti alla Florentia che ha giocato con la bava alla bocca nonostante le avversità. Per noi quello di oggi è stato un passo indietro nel gioco ma finalmente siamo riusciti a gestire gli ultimi due minuti di partita nel modo corretto.
Roberto Tofani, all. Florentia: Sono molto contento dei miei ragazzi, per come hanno saputo reagire sia agli avversari che a qualche decisione arbitrale discutibile. Inutile negare che ad un certo punto abbiamo creduto nell’impresa, ma bisogna essere ottimisti e guardare il lato positivo. Fare risultato qui era difficile, torniamo a casa con qualche certezza in più nei nostri mezzi anche se l’assenza di Tomasic nelle prossime due partite peserà senz’altro.



Tabellini, classifica, classifica marcatori e statistiche in superiorità al link: http://waterpoloitaly.com/campio...

Nella foto di Edoardo Perlotti
Edoardo Manzi

16 / 12/ 17

Potrebbero interessarti