Sorprese a non finire in questi quarti di finale.
Il Settebello purtroppo lascia la strada per il podio e dà via libera al Montenegro (vedere articoli ai link >< , >< , ><).
Senza dubbio il colpo lo fa la Spagna che elimina che la Serbia: entrambe già con il pass olimpico in tasca sono scese in vasca senza aver nulla da perdere. L’obiettivo era dunque per entrambe uguale: il podio europeo. Chiuso in vantaggio il primo tempo, la Serbia arriva all’intervallo lungo sotto di due reti. Svantaggio dimezzato nel terzo quarto, ed annullato grazie alla rete di Mandic nel'ultimo tempo. Rigori letali per i serbi: Prlainovic sbaglia e Munarriz si fa parare il tiro. L’errore fatale è di Mandic che si parare il tiro da Lopez Pinedo. Serbia out, Spagna in semifinale con la Croazia

L’Ungheria come da copione conquista la semifinale a spese della Russia. Gara abbastanza aperta fino alla conclusione della prima parte. Poi lo stacco dei magiari che allungano sul +4, per accusare il ritorno dei russi che chiudono il terzo periodo a -2. L’ultimo tempo lascia spazio alla maggior classe dei padroni di casa che allungano con Harai, Manhercz, Varga e Pohl. Inutili le reti di Merkulov e Kiselev.

La Croazia, ultimo quarto di finale, rispetta il pronostico: Tucak porta i biancorossi in semifinale, mentre la Grecia dovrà cercare il suo pass per Tokyo nel preolimpico in programma a Rotterdam dal 22 al 29 marzo. Trascinata dal mancino ex Recco Maro Jokovic, i croati hanno un avvio di gara che fulmina i greci. All’intervallo lungo chiudono con un vantaggio di quattro reti per poi rallentare il ritmo quel tanto necessario da tenere comunque in mano la gara. Solo nell’ultimo tempo la Grecia si porta a -3, ma il solito Garcia Gadea chiude difinitivamente il match.

Così le semifinali per il 1°/3° posto in programma il 24 gennaio:
17,30: Montenegro – Ungheria
19,00: Spagna – Croazia

Nelle semifinali per il nono posto, la Georgia doppia la Turchia e affronterà la Germania nella finalina che assegnerà il 9° posto.
Per l’undicesima piazza quindi sarà una discorso fra Turchia e Romania: infatti per Radu e compagni i tedeschi si sono rivelati un ostacolo insormontabile.
Turchia e Romania si contenderanno invece l’11ª posizione.

Finali 11°/9° posto – 24 gennaio
11,30: Turchia – Romania
13,00: Georgia – Germania

Oggi ci sono stati i primi verdetti di questa 34ª edizione dei Campionati Europei di pallanuoto.
Malta perde la finale per il quindicesimo posto con l’Olanda e chiude ultima la competizione europea. La formazione di Harry Van der Meer ha doppiato quella di Carl Izzo e adesso si giocherà le sue carte al preolimpico per tentare il viaggio in Giappone.
La Francia supera la Slovacchia e termina l’europeo al 13° posto. Mai così in basso i transalpini nelle ultime due edizioni di Belgrado (9° posto) e Barcellona (12°) posto. Partita senza storia anche per Crousillat e Marzouki che non hanno eguagliato le 14 reti messe a segno a Belgrado.

 

22 / 01/ 20