Autore

Ha lottato come un leone, contro la sua ex squadra. Ma è convinto che la “sua” Dynamo sia in crescita.
«Siamo al secondo anno di Champions – ci ha dichiarato Dusko Pljetlovic -. Certo è difficile giocare a questi livelli perché i ragazzi non sono abituati ad affrontare squadre così forti. Ma debbo dire che comunque tecnica e potenza a loro non manca. Sono convinto che il prossimo anno faremo meglio: per essere al top la squadra si rafforzerà con alcuni innesti importanti. Andrja Prlainovic e Milan Aleksic arriveranno a Mosca. Così potremmo puntare veramente in alto».

La Dynamo di questa sera ha messo in difficoltà la Pro Recco con un gioco molto maschio. Ma che Recco ha visto Pljetlovic?
«Certamente per loro non è facile giocare in coppa partite di altissimo livello perché in campionato non hanno avversari alla loro altezza. Un problema che  ho vissuto quando giocavo a Recco. Loro hanno bisogno di trovare avversari duri come noi per fare esperienza perché quando si disputeranno le semifinali di coppa le partite saranno tutte così. Ma è anche certo che giocano molto bene: faccio i complimenti a Ratko (Rudic, ndr) per il gran lavoro che sta facendo. Si vede non solo dal nuoto ma dalla tattica che dall’inizio della stagione non hanno mai cambiato. Credo che arriveranno molto, molto in alto».

 

 

 

 

06 / 02/ 19