Autore


Si chiama Sara Centanni, attaccante classe '95 (ha compiuto 24 anni lo scorso primo agosto), napoletana di nascita (ha giocato nell'Acquachiara, poi nel Bologna, nella Sis Roma e, più recentemente, nell'F&D H2O dove ha collezionato 18 presenze realizzando 29 reti).
E' lei l'ultimo innesto in ordine di tempo del Plebiscito Padova. Va ad unirsi alla folta schiera di atlete di prospettiva della squadra patavina. Sara è reduce, assieme alle biancorosse Chiara Ranalli e Martina Gottardo e ad un altro neo acquisto del club veneto: Agnese Cocchiere, dalla conquista della medaglia d'argento al Mondiale Universitario di Napoli.
«Sono molto felice della scelta che ho fatto poiché giocherò in un club prestigioso, pluriscudettato -commenta Sara- ho tanta voglia di rivalsa, soprattutto dopo l’argento alle Universiadi: un ottimo risultato, ma rimane l’amaro in bocca. L’obiettivo è quello di raggiungere un traguardo che possa appagarmi maggiormente. Sono felicissima dell’interesse di Stefano Posterivo e della società, di ritrovare alcune delle mie compagne di squadra del Setterosa universitario e di potermi confrontare quotidianamente con giocatrici di altissimo livello. Poi mi piace tanto il progetto, soprattutto perché la squadra è composta da ragazze italiane. Non vedo l’ora di cominciare, forza Padova». 
Molto soddisfatto anche il tecnico del Plebiscito Padova, Stefano Posterivo: «Sara è una giocatrice su cui abbiamo puntato, scegliendo una persona determinata e con tante qualità. Ha delle caratteristiche che potranno essere utili alla nostra squadra. Sono soddisfatto di come siamo riusciti a sostituire le partenti con ragazze che hanno tanta voglia e determinazione».

06 / 08/ 19