Autore


A SIracusa non ci sono solo le big del campionato. Arrivano anche quattro squadre che si aspettavano qualcosa di diverso dalla regular season. Chi in termini  di gioco, chi di risultati, chi di personalità, sbarcano in Sicilia per salvare la stagione e riprogrammare con entusiasmo la prossima.

Daniele Bettini è schietto, non fa giri di parole, «andiamo a Siracusa per cercare di salvare la pelle e il nostro impegno sarà quello di "uscire" al più presto dalla bagarre», confessa, confermando allo stesso tempo che «ancora una volta facciamo i conti con una formula che non mi piace e che reputo sbagliata». E già, perchè se è vero che Trieste ha stentato per 3/4 di stagione, non si può non capire che la cura di Andrea Brazzatti, arrivato sulla panchina alabardata in corsa, ha dato un colpo di coda non indifferente al gioco e al morale dei suoi, attuamente molto più pericolosi di qualche mese fa. «Ritrovando la serenità iniziale gli allenamenti stanno andando molto bene - dice il tecnico alabardato - siamo combattivi e sicuramente nonostante l'alta tensione saremo lì a giocarcela in un una o due partite con squadre comunque alla nostra portata».
Chi forse si mangia le mani è Claudio Sebastianutti, la sua Lazio dopo un giorne di andata a dir poco strepitoso ha avuto qualche passaggio a vuoto che non ha consentito la salvezza diretta. «Incontreremo una squadra come il Torino che di sicuro non sarà quella vista nelle ultime uscite, avremo bisogno di tanta concentrazione e soprattutto di umiltà per non sottovalutare l'avversario e rischiare di non farcela al primo colpo. Lo dobbiamo a tutti i tifosi laziali - conclude - che già quest'anno nel calcio hanno dovuto ingoiare bocconi amari». Attenzione ai piemontesi quindi, Simone Aversa li vede ogni giorno «sempre più carichi, dopo il normale calo dovuto all'impossibilità di evitare i play out i ragazzi stanno lavorando con estremo entusiasmo. Sono fiducioso - prosegue - faremo di tutto per uscire a testa alta dalla competizione, del resto tra A1 e A2 negli ultimi anni l'esperienza degli scontri diretti a fine stagione non ci è mancata».

Ma tutti i tecnici, a chiusura delle loro impressioni, concordano su un fattore: giocare in una vasca all'aperto in pieno pomeriggio sarà la vera incognita.


IL PROGRAMMA DEI PLAYOUT

Semifinali - sabato 26 maggio
14.00 SS Lazio - Torino '81
15.30 Bogliasco 1951 - PN Trieste

Finale - domenica 27 maggio
14.30 tra le perdenti delle semifinali

Tutte le gare in diretta su Waterpolo Channel


Arbitri designati:
D. Bianco, L. Bianco, Brasiliano, Castagnola, Colombo, D'Antoni, Frauenfelder, Gomez, Navarra, Paoletti, Petronilli e Severo.
Giudici arbitri:
Mario Bianchi, Domenico De Meo.

22 / 05/ 18