Autore

Millennium Masters - All Stars 5-5

Millennium Masters: Szécsi Zoltán, Varga Tamás 2, Märcz Tamás, Varga Zsolt, Kásás Tamás, Vári Attila, Kiss Gergely 1, Benedek Tibor 1, Fodor Rajmund, Biros Péter 1, Steinmetz Barnabás, Molnár Tamás, Székely Bulcsú, Kósz Zoltán, Gergely István.
All. Kemény Dénes

All Stars: Nikolai Maximov (RUS), Peter Trobjevics (SRB), Francesco Postiglione (ITA), Harry van der Meer (NED), Igor Hinic (CRO), George Afroudakis (GRE), Revaz Chomakidze (GEO) 1, Dubravko Simenc (CRO), Daniel Ballart (ESP), Alexander Sapics (SRB) 1, Irek Zinnurov (RUS) 1, Seregei Garbuzov (RUS) 2.
All. Ratko Rudic
Arbitri: Juhász György, Molnár Péter
Parziali: 3-1, 0-0, 1-2, 1-2

Spettacolo a Budapest. Per una notte la Duna Arena, teatro dei mondiali e della finale di Champions league dello scorso anno, riapre i battenti con un tutto esaurito (oltre cinquemila spettatori) per il match esibizione tra il i campioni del mondo master dei Millennium – il team formato dai fuoriclasse tre volte campioni olimpici dell’Ungheria 2000-2008 – e una selezione di All Stars guidata in panchina da Ratko Rudic.
La gara è terminata in parità, 5-5: di Tamas Varga il gol finale. Unico azzurro in acqua Francesco Postiglione, vice presidente della Fin, 409 presenze col Settebello, che racconta con una certa emozione la sua partecipazione a questo grande e spettacolare evento: «Mi sono divertito, ma non solo – dice l’ex azzurro, un bronzo olimpico un argento mondiale e un oro europeo – è stato bello incontrare di nuovo tanti amici che non vedevo da tempo e soprattutto giocare in una Duna Arena quasi al tutto esaurito e già piena ore prima della partita. L’ennesima conferma della grande passione dell’Ungheria per la pallanuoto. Un evento organizzato benissimo, con il terzo tempo e tanta gente era commossa nel rivedere in acqua gli eroi dell’Ungheria del passato. In Italia, purtroppo, gli ex atleti spesso non si riavvicinano più all’acqua come invece avviene qui».  










01 / 08/ 18