Una giornata importante, il riassunto e il preludio di PallaNuotoItalia e delle sue attività che ora si arricchiscono di una veste ancora più istituzionale. Alla Presentazione del Campionato PallaNuotoItalia Libertas 2016-17 tenutasi ieri a Novate Milanese è stato infatti eletto il primo consiglio della Lega Dilettanti PallaNuotoItalia in una folta assemblea tenuta desta dalle idee e dai progetti di Alessandro De Tursi, fondatore di un’organizzazione che quest’anno raggiunge le 700 partite di pallanuoto e ora presidente di un organo che vuole raggiungere altrettanto corposi traguardi.

Un’introduzione al valore nella sala dell’Hotel Domina Milano Fiera: la Presentazione PNI infatti è cominciata con le premiazioni dei risultati della scorsa stagione con, in serie, i ragazzi della Rappresentativa, giunti terzi al torneo internazionale Yellow Ball di Napoli, le società vincitrici di categoria alle Finali 2016, le Scuole PallaNuotoItalia con la nuova entrata In Sport Cesano che si aggiunge ai rinnovi di SG Sport Arese, Viribus Unitis e Pallanuoto Barzanò, i migliori arbitri Tiziano Peruzzi e Paolo Romanò. Tanti riconoscimenti, cui si aggiungono anche quelli per i responsabili Gruppo Arbitri Davide Vukosa e Antonio Cernuschi, doverosi per un capillare lavoro che continua a dare i suoi frutti. Passati infatti ai numeri della stagione che inizierà domenica prossima con il Campionato Lombardia nelle piscine di Varese, Monza, Lecco e Pavia, De Tursi ha mostrato alla platea quanto si faccia sul serio in PallaNuotoItalia: più o meno le stesse società dell’anno scorso (49) ma un +13% nel numero squadre (138) e un +15% nelle partite da giocare (700).

Se i meccanismi degli incentivi alle piscine e alle società virtuose sono ormai conosciuti, se la Scuola di PallaNuotoItalia è di fatto un’opzione imprescindibile nell’estate dei giovani pallanuotisti, la novità di ieri è stato scoprire cosa ancora si può fare di più: una Lega espressione di PallaNuotoItalia e delle sue società che si occupi delle sfaccettature di uno sport (spazi, sponsor, diritti, ecc.), sfruttando i suoi stessi numeri e le sue stesse risorse, utilizzando cioè piccole percentuali delle quote di iscrizione per creare un patrimonio da reinvestire.

Gli intervenuti alla Presentazione hanno dunque votato per i 22 candidati che nelle settimane scorse si sono proposti per entrare nel Consiglio della Lega come i sei rappresentanti delle società. Sono risultati eletti Riccardo Carraro della Pallanuoto Thiene (26 voti), Giuseppe Ruta del Team Lombardia Rho (20 voti), Marco Formenti della Sport Management Lecco (19 voti), Vezio Pizzo della Sport Management Melzo, fratello del “caimano” Eraldo (16 voti), Fabrizio Romano del Cus Geas Milano (13 voti), Paolo Cerini della Sg Sport Arese (12 voti). Qui il riepilogo-voti. A questi sei si aggiungono per completare il Consiglio i 4 rappresentanti di PallaNuotoItalia, così designati internamente da PNI: Alessandro De Tursi, presidente, Rudy Cattino per la Scuola Nazionale PNI, Davide Vukosa (con delega ad Antonio Cernuschi) per il GAPI, Luca Di Cristofalo (con delega a Tiziano Peruzzi) per la Rappresentativa PNI.

Ora che le persone sono state scelte, con qualche atto formale ancora da ratificare per dare precise norme e conformazione alla Lega Dilettanti, si tratta di iniziare ad amministrare il tesoretto che questo sport si sta creando con il suo braccio amatoriale ma sempre più professionale che è PallaNuotoItalia.

Per saperne di più su PallaNuoItaia cliccare qui >>http://pninews.pallanuotoitalia....

07 / 11/ 16