Autore


Lino Barbiero, punto di riferimento per lo sport padovano, Presidente della 2001 Team, se n’è andato, portato via, a 86 anni, da una malattia che gli ha impedito, negli ultimi mesi, di continuare a seguire tutte le sue amate attività agonistiche, che con impegno e passione ha sostenuto sin dai primi anni ’70, con la costruzione del Centro Sportivo 2000 prima, e con la gestione e sviluppo del Centro Sportivo Plebiscito poi.
A lui il merito di aver creato la pallanuoto e il nuoto sincronizzato a Padova, di aver siglato il primo accordo nazionale tra pubblico e privato per la gestione di impianti sportivi, di aver creato il primo Palaghiaccio in pianura, in Triveneto, credendo sempre nell’innovazione e nello sport e anticipando i tempi in tutti i settori, non solo d’acqua ma anche nel tennis, nello squash e nel ghiaccio.
Una passione, quella per lo sport, che parte da lontano: con la storica concessionaria GB Auto (suo impiego principale prima di dedicarsi totalmente allo sviluppo dello sport patavino) ha iniziato come vero e proprio supporter sostenendo, tra gli anni ‘60/’70, Gianesini Basket, la scuderia ciclistica di San Giuseppe, la squadra di calcio Excelsior di Santa Giustina, il Giro del Veneto di ciclismo, il Calcio Padova all’epoca di Nereo Rocco, il Padova Basket in serie A e il rugby di Memo Geremia, con cui era legato anche da una bella amicizia.
Molti sarebbero i traguardi da elencare, raggiunti dalle squadre, dai singoli atleti, dagli allenatori nati, cresciuti e fioriti all’interno della 2001 Team, o le onorificenze di cui Lino Barbiero è stato insignito (il Premio Michelangelo, le stelle CONI), ma nessuno importante come il bel ricordo che lascia a tutti: familiari, professionisti del settore, atleti, allenatori e appassionati, che abbiamo avuto l’onore e la fortuna di conoscere un vero innovatore dello sport, un gentiluomo e uomo d’altri tempi sia in ambito personale che lavorativo, di crescere ed imparare grazie ai continui confronti e alla condivisione di questa grandissima passione.
Le esequie del Presidente Lino Barbiero si svolgeranno sabato 31 agosto alle ore 10,30 presso la Parrocchia della Sacra Famiglia.
Con l’occasione, la famiglia desidera non fiori, ma di destinare una donazione alla “Fondazione Giovanni Celeghin”, impegnata nella ricerca sui tumori cerebrali.
Per contribuire tramite bonifico bancario:
Fondazione Giovanni Celeghin ONLUS - Banco Popolare
IBAN: IT 87 E 05034 12106 000000050143
Oppure tramite la famiglia Barbiero: referente Beatrice Maria Barbiero.
La redazione di Waterpoloitaly si unisce al dolore della famiglia e porge sentite condoglianze

27 / 08/ 19

Potrebbero interessarti