Tabellini, stastiche e commenti al link ><

La sedicesima giornata regala una new entry tra le prime sei.
Era partita più interessante alla vigilia, Florentia-Ortigia regala emozioni nella parte centrale del match dopo l’allungo degli ospiti che dopo dieci minuti di gioco erano già sul 6-2. Il ritorno gigliato arriva a metà terza frazione e poi ad inizio della quarta, i ragazzi di Piccardo sembra stiano tornando quelli di inizio stagione, guidati dalla cinquina di Espanol, e ritrovano un nuovo allungo (8-11) irrecuperabile in meno di 2 minuti. È quindi sorpasso e quinto posto in classifica, la Florentia viene scaraventata al settimo anche se al momento ad un solo punto dalla Final Six.

Sussulto in coda. La Canottieri più concentrata che mai riesce a piazzare il colpo contro Quinto e si tira fuori momentaneamente dagli spareggi salvezza, seppur per una sola lunghezza su Roma e Trieste. Gara giocata sempre sul filo, nessuna riesce a scrollarsi di dosso l’avversaria per oltre tre tempi, vince quella che mantiene meglio la concentrazione: Del Basso sigla prima l’ennesimo aggancio e poi il sorpasso, Campopiano piazza la zampata che chiude i conti e lascia i tre punti ai giallorossi.

Colpo esterno del Posillipo, la trasferta di Trieste a dispetto della classifica era ostica, durante i primi due tempi le due squadre provano a scappare ma si riprendono reciprocamente, il terzo allungo risulta decisivo, è del Posillipo con due gol in mezzo minuto del maggiore dei Di Martire e poi Manzi, spezzati da Gogov che non riesce a far suonare di nuovo la carica ai suoi. A quel punto gli alabardati accusano la stanchezza, il Posillipo invece resta fresco al punto da allungare ulteriormente il vantaggio diventato incolmabile.

Divari abissali invece nelle vasche in cui giocavano le prime della classe.
A Sori il Recco trotterella contro la Roma colpendo senza strafare per tutto l’incontro, per gli ospiti momento buono per una crescita contro campioni di quel livello, così come per De Michelis tra i pali anche in chiave Settebello del futuro. Alla Manara il Catania tiene botta per un tempo, poi la Sport Management schiaccia la tavoletta e la gara diventa a senso unico. Discorso simile a Savona, dove il Brescia domina contro il solo Milakovic in grado di dare qualche sussulto ai suoi, privi anche di Soro tra i pali, nonostante i ragazzi di Angelini si dimostrino comunque coriacei. Ne approfitta quindi Figlioli per piazzare la sua ennesima manita.

Prossimo turno. Probabilmente ultima chiamata utile al Bogliasco in casa contro la Canottieri per agganciare Catania, padrona di casa contro la Pro Recco. Roma-Trieste e scontro fondamentale tra due squadre a pari punti. Il Posillipo sarà costretto a vincere contro la Lazio per evitare di trovarsi addosso l’Ortigia che ospiterà il Savona. Bella sarà di sicuro Quinto-Florentia, ma le luci non potranno che essere puntate su Mompiano dove la Sport Management farà visita al Brescia per il tentativo di aggancio diretto, chi recupererà meglio le energie dopo il turno di Champions avrà la chance migliore.


Nella foto
Albert Espanol

02 / 02/ 19