Autore


Spagna - USA 5-14

Spagna: Ester, Bach, Espar 1, Ortiz 1, Ruiz 1, Gonzalez, Peña, Forca, Tarragò 1, Garcia 2, Leiton, Sanchez.
All. Miki Oca
USA: Johnson, Musselman 3, Seidemann 1, Fattal 1, Hauschild, Steffens 1, Haralabidis 1 (rig.), A.Fischer 2, Gilchrist 2, M.Fischer 1, Williams 2, Longan.
All. Adam Krikorian
Arbitri: Dervieux (FRA), Peris (CRO)
Parziali: 1-4, 3-3, 0-5, 1-2

Se, come aveva preannunciato, Adam Krikorian lascia la nazionale a stelle e strisce, senza dubbio gli USA perderebbero il 50% del proprio potenziale. Già perché il successo di questa squadra femminile che da un decennio regna sulla pallanuoto mondiale lo si deve proprio a questo guru che non ne ha sbagliato mai una. Tre ori Olimpici di seguito (2012, 2016, 2020),  sei ori mondiali (2003, 2007, 2009, 2015, 2017, 2019), tredici ori in Word League solo per citare i più importanti.
E’ un rullo compressore che nella finale Olimpica ha travolto la pur brava Spagna.

Riepilogo risultati finali

Finale 1° posto
Spagna - USA 5-14 (1-4, 3-3, 0-5, 1-2)
Finale 3° posto
Ungheria - Comitato Olimpico Russo 11-9  (2-2, 5-3, 0-3, 4-1)
Finale 5° Posto
Olanda - Australia 7-14 (1-5, 1-3, 2-3, 3-3)
Finale 7° Posto
Cina - Canada 7-16  (3-4, 2-5, 1-4, 1-3)

Risultati Semifinali
Comitato Olimpico Russo - USA 11-15 (3-2, 4-4, 2-5, 2-4)
Spagna - Ungheria 8-6 (2-0, 3-2, 3-2, 0-2)

 

07 / 08/ 21