I cambiamenti imposti dalla FINA sono da sempre oggetto di dibattito di addetti ai lavori, mai da parte di chi li subisce. Dopo la Final Eight di Europa Cup, dopo le manifestazioni disputate negli altri continenti, waterpoloitaly vuole far conoscere pareri e critiche proprio da coloro che hanno dovuto applicare queste “nuove regole”: i giocatori.

Nicolas Costantin Bicari, canadese, uno dei più forti centri al mondo, indossa attualmente la calottina del Marsiglia neo vincitore dell’Euro Cup, ma sopratutto è il punto di forza della nazionale alla cui guida c’è Pino Porzio. Ha sperimentato le nuove regole nel mese di marzo, nella World League – Intercontinetal Cup disputata a Perth.

Come crede si possa integrare il suo ruolo con le nuove regole?
Penso che le nuove regole stiano rendendo il gioco più veloce e nella posizione centrale dobbiamo essere più dinamici, esplosivi e mobili.

Il centroboa quindi dovrà affrontare un gioco nuovo, fatto sopratutto in velocità?
Il gioco è sicuramente più veloce e dobbiamo lavorare ancora di più per trovare una condizione al top. C'è molto più nuoto, dobbiamo andare molto di più su e giù per la vasca, e quindi la nostra preparazione fisica dovrà essere maggiore. Detto questo, penso che con le nuove regole, alcuni giocatori saranno in grado di mostrare maggiormente le loro abilità e il loro talento,  perché sarà necessario giocare in modo più tecnico.

Il ruolo del centro diventerà più dinamico o è destinato a scomparire?
Penso che il ruolo del centro esisterà sempre, perché è la posizione più importante in attacco. Credo comunque che sarà un ruolo che subirà un'evoluzione: chi occupa quella posizione dovrà avere anche le capacità di saper giocare in ogni parte del campo, per essere in grado di nuotare e tirare in porta come tutti i suoi compagni.

29 / 04/ 19

Potrebbero interessarti