Autore

Il CONI mette fine ad una pagina oscura che la nostra pallanuoto ha scritto in questa stagione, complici due società, la FIN ed un' isterica volontà messa in campo per rovinare una ragazza di vent'anni in nome di un "diritto" di appartenenza anacronistico.
Carolina Ioannou è stata svincolata dal CONI ed il prossimo anno potrà giocare dove e come vuole lei.
Questo il testo della sentenza: 
«La Prima Sezione del Collegio di Garanzia, presieduta dal prof. Sanino, all’esito dell’udienza tenutasi in data odierna, HA ACCOLTO il ricorso presentato da Carolina Ioannou nei confronti della ASD Circolo Nautico Posillipo e della società Rapallo Pallanuoto SSD a r.l. avverso la sentenza n. 2/17 della Corte Federale di Appello, Seconda Sezione, notificata in data 11 aprile u.s., a seguito di decisione assunta all’udienza del 20 marzo 2017, con la quale, nel confermare la decisione assunta in primo grado dal Tribunale Federale, considerata la nullità del tesseramento in essere con la società Rapallo, era stata affermata la reviviscenza del vincolo tra l’atleta e la società Circolo Nautico Posillipo. Il Collegio ha, altresì, condannato le società ASD Circolo Nautico Posillipo e Rapallo Pallanuoto SSD a r.l. al pagamento delle spese del giudizio, liquidate in euro 2.000,00, a carico di ciascuna parte, oltre accessori di legge».

07 / 06/ 17