Autore


Spagna-Italia 8-7
Spagna: Domene, Arias, Diaz 1, Guiral 1, Morell, Camarena, Farre, Ruiz, Descalzi, Camus, Arino 2, A. Aznar 4, Nieto.
All. J. Aznar
Italia: Banchelli, Giustini, Meggiato, Amedeo, Cordovani, Cergol 2, Tori, Colletta 1, Bettini 1, Clementi, Riccioli 3, Santapaola, Maimone.
All. Zizza
Parziali: 1-2, 3-2, 2-1, 2-2
Arbitri: Kunikova e Aimbetov


L'Italia non ce la fa a salire sul gradino più alto del podio. Cede alla Spagna giocando alla pari per tutta la gara, rimontando, sorpassando, spaventando le avversarie fino all'ultimo secondo i gioco.
Tutt'altra gara rispetto a quella di qualche giorno fa, il team di Zizza scende in vasca convinto dei suoi mezzi, costringe le iberiche ad inseguire nei primi 10 minuti, poi subisce il -2 che ribalta con la stessa moneta (parziale di 3-0 per il 5-4).
Ricomincia quindi un'altra partita a metà terzo tempo, il filo dell'equilibrio viene spezzato dall'uno-due di Aznar e Guiral che riportano la Spagna sul doppio vantaggio. Il tempo stringe, Cergol dimezza, ancora Aznar allunga a tre minuti dalla fine. Sono tanti, si deve continuare ma le iberiche addormentano il gioco, Colletta a meno di un minuto dalla fine rompe l'inerzia ma ormai è tardi.
Perdere non è mai bello, nemmeno con l'argento mondiale al collo, ma a questa squadra, outsier alla vigilia del torneo, si devono solo fare i complimenti per il piglio e la caparbietà con i quali è salita sul podio. La strada è quella giusta.


Risultati delle finali

Finale 7° posto
Russia-Stati Uniti 6-10

Finale 5° posto
Ungheria-Olanda 8-11

Finale 3° posto
Grecia-Australia 7-3

Finale 1° posto
Spagna-Italia 8-7

02 / 09/ 18