Autore

E così anche i maschi hanno rotto il ghiaccio. Tolta la roboante vittoria della Serbia con il Sud Africa (21-5, c'era da aspettarselo), dove i due portieri e Randelovic non sono andati in gol, la giornata è stata abbastanza equilibrata.

La vittoria del Settebello, concretizzatasi nei due tempi finali, ha evidenziato comunque che la Francia rispetto a Rio ha fatto grandi passi avanti.
L'Ungheria affonda l'Australia 10-3: sugli scudi Denes Varga che griffa quattro reti. Magiari molto in palla, dunque: dopodomani saranno scintille con gli azzurri.

Ha stupito il Canada di Pino Porzio che ha strappato al Montenegro un clamoroso pareggio (8-8). La formazione nord americana ha rincorso gli avversari per tutto il match, chiudendo i primi tre parziali sempre con due reti di svantaggio (3-1, 2-2, 1-1). Addirittura dopo 1' e 22" dell'ultimo quarto il vantaggio montenegrino è arrivato a +4. Quindi la svolta: Soleimanipak, Constatin Bicari e  D'Souza segnano tre reti di seguito e a 21"  Torakis realizza il pareggio. «E' stata una partita combattuta - ci ha dichiarato Pino Porzio-, contro un avversario più forte e più bravo. Pur giocando una buona difesa abbiamo fatto anche errori evitabili. Ma i miei sono ragazzi che non mollano: sono giovani, e fisicamente in forma. Nel quarto tempo abbiamo incominciato ad essere anche più precisi in superiorità ma sopratutto abbiamo portato un paio di controfughe che li ha messi in difficoltà, realizzando l'ultima rete proprio nell'ultima azione».
L'altra partita del Girone A, Brasile-Kazakhistan si risolve a favore dei carioca (6-2): saranno contenti a Savona per l'ottima prova di Soro fra i pali, e le quattro realizzazioni di Gustavo Guimaraes, approdati alla corte di Angelini pochi settimane orsono.

Grande partita fra Spagna e Grecia, risolta ad 1' e 20" dal termine da Dervisis. Grecia sempre avanti, che chiude i primi tre parziali in vantaggio di due reti. Nel quarto periodo Gounas porta a +3 il vantaggio ellenico, ma la Spagna si fa sotto e riesce ad arrivare al pareggio (7-7) con Tahull. Quindi l'ex posillipino risolve il match.

Scontata la vittoria della Croazia sugli USA (12-7) che, andati in vantaggio con Cupido, subiscono il ritorno croato con Vukicevic, il raddoppio di Loncar ed in chiusura del primo quarto ancora Vukicevic. Un -2 che resterà irrangiungibile per la formazione di Dejan Udovicic.
L'ultima gara della giornata vede una Russia pimpante più che mai affondare il Giappone 15-8, con Derevianki, Merkulov, Nagaev e Lisunov realizzatori di una tripletta a testa.

Tutti i dati delle gare al link: http://www.omegatiming.com/Sport...  

 

17 / 07/ 17