Autore

Rabbia, tanta rabbia, anche se cerca di nasconderla. E lo fa bene, con grande nonchalance. Quel pallone è entrato per quasi un metro. Ma sopratutto la mossa di Pinedo è quella che ha fatto saltare tutti i “contatti”: quando ha capito che i due arbitri non fischiavano il gol, ha tirato fuori la palla.

«Un fatto che è già successo – ci confida al telefono Willy Molina -. Nel 2012 alle Olimpiadi uno dei due arbitri nella partita Spagna – Croazia non ha dato il gol del pareggio alla Spagna.»
Lui che di quella Spagna ne è stato capitano, ha combattuto tante battaglie. Ora, dopo il matrimonio e la cittadinanza italiana, si è trovato a scendere in quella Picornell da avversario.

«Devo ringraziare Sandro e la nostra psicologa, ma anche tutti i compagni, che hanno sdrammatizzato questa serata, l’hanno resa più leggera. Perché era una partita difficile, questa. Certamente quando sono uscito a bordo vasca per la presentazione l’emozione c’è stata. E tanta. Però una volta sceso in vasca tutto è passato ed ho pensato solo alla partita, alla mia squadra, l’Italia. Sono stato molto determinato in partita, tenendo conto che la posta in palio era molto alta».

Questa sera non si è vista una partenza sprint, come nelle altre partite. Perché?
Probabilmente non siamo stati molto “fisici” come altre volte. Poi loro hanno fatto i primi uomini in più molto bene, abbiamo anche preso un gol dal centro, quindi ci siamo trovati subito un po’ in difficoltà. Loro dobbiamo ricordare che sono una squadra molto preparata, giocano insieme da tanto tempo, e quest’anno hanno fatto molti incontri. Penso che non sarà facile levarla dalle prima quattro al mondo.

Però la reazione c’è stata. Poi la sensazione è stata quella che foste certi di tenerli sotto fino alla fine.
Abbiamo ribaltato il risultato e stavamo andando bene. Loro hanno premuto e sono arrivati al pareggio. Non ho rivisto la partita, ma penso che specie nell’azione che ha portato loro in vantaggio l’errore lo abbiamo commesso nello scalare male. Una distrazione? Forse ma sono convinto che abbiamo scalato male in difesa.

Sabato in vasca per il bronzo.
Ce la metteremo tutta anche se la Croazia avrà il dente avvelenato.

 

26 / 07/ 18