La squadra campione d'Europa torna a Milano per la rivincita con lo Jug Dubrovnik, avversario storico della Pro Recco. Non solo: l’ Acquamore Bocconi Sport Center ospiterà anche le partite Pro Recco – Hannover e Pro Recco – Osc Budapest in programma l’8 e il 22 febbraio.
Gare che saranno trasmesse in diretta su Sky Sport.
Contro lo Jug sarà un vero e proprio remake della finale di Coppa dei Campioni giocata a Milano, alla piscina Scarioni, nel giugno 2007.
Vinta dai biancocelesti che con la coppa stretta fra le mani, festeggiarono nella super discoteca Just Cavalli, con i patron Gabriele Volpi e Gianagelo Perrucci.

Martedì 25 gennaio alle 21 fischio d’inizio: « Talento, valori e spirito internazionale sono gli ingredienti del successo della Bocconi e ora anche del suo Bocconi Sport Center - spiega Riccardo Taranto, managing director dell'ateneo -. Aprirci alla città e allo sport puntando ancora una volta sull'eccellenza completa il percorso di sviluppo del nostro campus urbano. Grazie alla Pro Recco per aver portato la sfida della Champions League nella nostra piscina e un grosso in bocca al lupo alla squadra più titolata nel mondo della pallanuoto: tutta la Bocconi tiferà per voi e per la riconferma del titolo».

Sarà la prima uscita internazionale per la Bocconi Sport Center, guarda caso battezzata proprio dalla pallanuoto.
Tante le stelle che scenderanno in vasca, sopratutto pensando agli atleti che serrano le fila del Settebello, senza dimenticare campioni olimpici, mondiali ed europei, ma per i liguri è un proseguimento virtuale di quella Champions itinerante che, ante pandemia, fa fatto brillare gli occhi agli appassionati di pallanuoto a Bologna, Novara, Torino e Verona, passando per le Università di Berkeley e Stanford, in California, dove il Recco è stato invitato per "insegnare" la pallanuoto ai giovani studenti.

«Ritorniamo a Milano e lo facciamo in un contesto elettrizzante, una piscina avveniristica, finalmente all’altezza di una delle più importanti metropoli europee – afferma Maurizio Felugo, presidente della Pro Recco -. Giocheremo in una vasca straordinaria per tecnologia, spazi e gestione, la vetrina perfetta per una “classica” del nostro sport. Il campus della Bocconi è un’eccellenza italiana che si sposa alla perfezione con i valori del nostro gruppo, siamo orgogliosi di scendere in acqua in un ambiente dinamico, innovativo e multiculturale dal quale trarre energia positiva per il rush finale di stagione. Abbiamo solo il rammarico che le limitazioni alla capienza priveranno tanti appassionati dell’opportunità di vivere la magia dell’evento, ma la collaborazione con Bocconi e Aquamore proseguirà in futuro».

La partita con lo Jug Dubrovnik è valida per l’ottava giornata di Champions League: la squadra biancoceleste guida il gruppo B davanti proprio allo Jug. Si qualificano alla Final Eight di Belgrado le prime quattro classificate dei due gironi, che vedono partecipare otto squadre a girone.
«Per Aquamore è un motivo di orgoglio ospitare un evento di questa portata – spiega Paolo Calvi, Amministratore di Aquamore -. L’alto contenuto tecnologico delle vasche Myrtha Pools, recentemente viste anche agli ultimi campionati del mondo di nuoto di Abu Dhabi, ben si presta alla Champions League. Queste partite rappresentano inoltre un ulteriore modo per sottolineare la nostra apertura nei confronti della città».

 

15 / 01/ 22