Autore

Oggi la Pro Recco si ritufferà nella vasca di Sori. La tournée negli USA si è conclusa lasciando ricordi indelebili.
«Aver ricevuto l'invito di Stanford e Berkeley, due delle più importanti università del mondo, è stata un'esperienza incredibile - commenta il presidente Maurizio Felugo -. Questo ritiro è servito per iniziare una stagione lavorando insieme, un mix di team building, preparazione fisica e promozione della pallanuoto. L'idea delle clinic è stata una prosecuzione del percorso iniziato con la nostra Academy in un Paese che fa numeri straordinari ma che non ha poi lo sbocco in un campionato competitivo. È stato emozionante vedere centinaia di ragazzini imparare la tecnica del centroboa, stare tra i pali con Bijac, nuotare di fianco a Di Fulvio per studiarne il dribbling; il loro attaccamento ai nostri campioni ci fa capire, una volta di più, l'importanza di indossare la calottina della Pro Recco. Entusiasmo che abbiamo ritrovato anche nel quartier generale della Apple e nella folta comunità italiana che ci è venuta a trovare nelle diverse piscine in cui abbiamo giocato. Il nostro Club ragiona in maniera americana, è formato da tanti giovani, si fa sport e business, ed è doveroso ringraziare la nostra proprietà che ci permette tutto questo».




 

20 / 09/ 19